menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'uomo e la macchina, intelligenze a confronto: se ne parla in tv

Il tema dell'intelligenza sviluppato su più fronti è l'argomento di 'Testimonianze dall'Umbria'

Il tema dell'intelligenza sviluppato su più fronti è l'argomento di 'Testimonianze dall'Umbria', il programma di approfondimento settimanale in onda martedì 20 marzo alle ore 20.30 su Tef Channel (piattaforma Sky 831) curato da Mario Mariano. "La scienza va comunicata al grande pubblico e questa è un'impresa difficile, che riesce a pochi, ad esempio a Piero Angela - sostiene il professor Maurizio Maria Busso, docente di astrofisica dell'università di Perugia -. Gli studenti sono sempre affascinati dall'universo, le curiosità sono infinite, ma c'è ancora tanto da scoprire, da avallare con dati certi".

Intelligenza artificiale contrapposta all'intelligenza emotiva: "Abbiamo tutti l'obbligo di educare le giovani generazioni, puntando su valori  e sentimenti - dice Tiziana Casale, presidente dell'associazione Progetto Donna -. Solo se riusciamo ad allearci con i giovani, possiamo  attuare un cambio di cultura necessario nella prevenzione della violenza di genere".

Sulla umanizzazione che riesce a garantire solo l'uomo e non certo il robot, argomenta Mario Amico, responsabile del servzio di accoglienza dell'ospedale di Perugia: "Ben venga la tecnologia, entrata a pieno diritto nella diagnosi e nella terapia dei pazienti, ma toccherà sempre , e va considerato un privilegio, la relazione che l'operatore sanitario realizza per 'umanizzare' le cure, portando conforto e assistenza nel rispetto della scienza". 

Come si coniuga, nel mestiere di giornalista, l'intelligenza dell'uomo con quella delle nuove tecnologie? Fabio Toni, direttore della testata online umbriaOn.it, sostiene che "nell'epoca del copia-incolla e delle fake news, la mediazione e lo sguardo del professionista dell'informazione sono centrali per raccontare storie e fatti veri e credibili. La tecnologia offre un supporto determinante per il reperimento e quindi la verifica delle notizie, ma da soli non bastano. Senza tralasciare il fatto che le sensazioni, le connessioni - i 'link' - con fatti precedenti ed altre vicende, il 'clima', sono tutti aspetti che solo la componente umana può raccontare con il proprio sguardo e andando dove i fatti accadono, fra la gente. Senza questa mediazione, tutto finisce per essere uguale e soprattutto ogni vicenda rischia di essere riferita solo parzialmente. Ai media generalisti spetta anche il compito di interessare, incuriosire il pubblico alle tematiche della scienza, trovando chiavi di lettura e un punto di equilibrio fra la necessaria semplificazione che testate non specialistiche devono offrire, e l'integrità dei contenuti scientifici più rilevanti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento