Eventi

In tv non hanno dubbi: "La pizza? A Perugia è più buona che a Napoli"

Si parla del piatto più popolare nel mondo a Tef channel. Medici d’accordo: ok la pizza, no a bevande gasate e patatine fritte

"In Umbria non ho trovato  differenza con la pizza che si mangia a Napoli, anzi, in molti casi  l'ho trovata migliore" : non  ha dubbi Giuseppe Amato, avvocato che  da poco più di un anno si è trasferito  a Perugia con la famiglia”. “Per avere  meno nostalgia della nostra città , fin dal nostro arrivo abbiamo voluto sperimentare alcune pizzerie, e con grande piacere abbiamo constatato che la pizza è buonissima”.

Del piatto più famoso  al mondo parlano gli esperti  nella trasmissione  condotta da Mario Mariano ,“Testimonianze dall’Umbria”,  in onda a Tef Channel martedì alle ore 20.30 sui canale 12 e 831 piattaforma Sky . Il  segreto per una   pizza d'eccellenza? Massimiliano Bisello, pizzaiolo dall’età di 18 anni, non ha dubbi :” Se dico la  qualità dei prodotti è già una buona partenza, ma  a fare la differenza sono esperienza e passione. Sì, la passione finisce nel piatto perché si ha sempre voglia di migliorarsi “.

E i medici cosa ne pensano? Specialisti in pediatria e geriatria  sostengono con forza che gli  stili di vita fanno seguiti fin da bambini. “ Il problema non è la pizza, ma gli altri prodotti di cui si fa largo uso in pizzeria – dice la pediatra Laura Penta-, i genitori dovrebbe tenere lontano  per i loro figli bevande gasate e patatine fritte. Il cibo non deve rappresentare né un premio, ma neppure una punizione – aggiunge- ma l’equilibrio va perseguito con un metodo “.


Sui  risultati che si ottengono con corretti stili la professoressa Maria Cristina Polidori  è ferratissima “Agli inizi degli anni 90' da specializzanda presso la Geriatria del Policlinico di Perugia effettuai uno studio sui centenari in Umbria. Me individuai  23 e andai ad intervistarli. Erano quasi tutti residenti in  zone di compagnia, con stili di vita eccellenti ,  anche se il lavoro nei campi era  ancora durissimo. Se oggi sono molti di più e fra dieci anni la crescita sarà esponenziale, è  grazie alla prevenzione, ai vaccini, al miglioramento delle tecniche chirurgiche”. Polidori ha appena ricevuto  un riconoscimento – “Umbria in rosa, le donne che si distinguono”  - che ha reso merito ai suoi 140 studi pubblicati su riviste scientifiche di grande impatto." Da molti anni lavoro  presso l'Università di Colonia, dove mi occupo  di ricerca e  assistenza, con grande soddisfazione professionale , ma la nostalgia di Perugia  resta grande. Inutile che io aggiunga che nella nostalgia c'è spazio per i luoghi della mia giovinezza  e  per la cucina , pizza compresa. In Germania, nonostante siano  tanti gli italiani che gestiscono pizzerie e ristoranti, siamo ancora lontani dai sapori della cucina umbra”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In tv non hanno dubbi: "La pizza? A Perugia è più buona che a Napoli"

PerugiaToday è in caricamento