menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Storie sottobanco", grande successo del premio di scrittura per le scuole, nel nome di un romanziere perugino

“Storie sottobanco”, concorso di scrittura che omaggia la memoria e l’opera dello scrittore perugino Marco Rufini

“Storie sottobanco”, concorso di scrittura che omaggia la memoria e l’opera dello scrittore perugino Marco Rufini: una delle iniziative più belle e pregnanti di Umbria Libri. Nell’Aula 1 di San Pietro, affollata di studenti delle medie di primo e secondo grado, una giuria di qualità segnala racconti di elevato spessore. A riprova di come possa essere proficuo l’attivo coinvolgimento delle scuole.

“Leggere per scrivere meglio”, dice Mauro Pianesi, primo motore della Kermesse. Ci pensano lo scrittore Giovanni Dozzini, gli educatori Pasquale Guerra e David Nadery, le editrici Lorenza Ricci e Valeria Mastroianni a tastare il polso delle giovani leve della scrittura.

Ragazzi chiamati in causa con la loro pagina e con un talk che tenta di risalire alla radice della loro vocazione alla scrittura. I premi consistono in libri ed eventuale pubblicazione: quanto di più coerente con lo spirito dell’iniziativa. Ma ci saranno anche contatti con editing professionale e con editori umbri: un sicuro viatico, gratificante e gradito.

Fa tenerezza – ma suscita anche ammirazione – constatare come questi giovani, addirittura ragazzini (come nel caso di un dodicenne) possano attingere a piene mani da quanto accade nel mondo, dimostrando come la letteratura non sia esercizio retorico, ma “si nutra di realtà”, dice Dozzini.

Anche se Umbria Libri fosse servito solo a questo, avrebbe già egregiamente svolto la propria funzione. Lo dice uno che fu compagno di banco di Marco Rufini, scrittore perugino, il cui nome stiamo onorando nel vigile ricordo della sua pagina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento