rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Eventi

INVIATO CITTADINO Annunciata la Stagione teatrale di Todi, ecco le novità

La presentazione al foyer del Morlacchi

Al foyer del Morlacchi annunciata la Stagione del Teatro comunale di Todi con rilevanti novità. In tempo di post (si spera) pandemia, si propone uno spettacolo in più. E una notizia di rilievo: ben sei le esclusive regionali. Da “Furore”, di Steinbeck, con Massimo Popolizio, a “Ditegli sempre di sì” di Eduardo con la Compagnia di Luca de Filippo, allo strepitoso “La Morte e la Fanciulla”, reduce dagli allori del premio Danza&Danza come miglior produzione italiana del 2017.

Sempre in esclusiva regionale “Lo zoo di vetro” di Williams nell’adattamento del prestigioso regista Leonardo Lidi; “Machine de cirque” in tournée italiana e “Trascendi e Sali” di/con Alessandro Bergonzoni.

Si apre con l’autoctona Liv Ferracchiati (“La tragedia è finita, Platonov”), produzione del nostro Stabile in collaborazione con Spoleto, Festival dei due Mondi. Quindi un classico di Strindberg (“La signorina Giulia”), con adattamento e regia di Lidi. Il 15 e 16 gennaio il “Don Chisciotte” con Alessio Boni e Serra Yilmaz nel ruolo di Sancho.

Una stagione di tutto rispetto, in linea col livello qualitativo dei teatri più grandi. Una serie di spettacoli che aumenteranno l’appeal della città di Jacopone.

Il sindaco Ruggiano osserva che sono state numerose le residenze, con la presenza di tanti personaggi in città e una ricaduta in chiave non solo economica. Ma anche, e soprattutto, relazionale.

Certo che una questione centrale resta la limitazione di posti: ai sensi delle attuali normative, sono ridotti a soli 250, non riuscendo a soddisfare nemmeno le richieste dei circa 300 abbonati, senza contare gli studenti che aderiscono a progetti con almeno tre spettacoli per stagione.

L’auspicio è che la questione possa in parte ridursi, incrementando i posti col calare della pandemia.

Soddisfazione del direttore Nino Marino. Presentazione degli spettacoli da parte della preparatissima Biancamaria Ragni.

Una curiosità. La brochure è ancora affidata alla matita di François Olislaeger che si è lasciato guidare/ispirare dalle parole di Linda Dalisi. Un peana alle virtù del teatro. Un inno alla ripartenza. Perché il teatro è vita. Per tutti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Annunciata la Stagione teatrale di Todi, ecco le novità

PerugiaToday è in caricamento