menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stabile e Dance Gallery propongono un corso per la corretta fruizione dell'arte coreutica

Alfabetizzare le generazioni dei giovani (e dei meno giovani) a una fruizione consapevole del balletto. Come? Promuovendo un ciclo di incontri, volti a dimostrare le rivoluzioni artistiche e sceniche intervenute dal Novecento a oggi. “Infatti – sostiene Adele Bevilacqua – il difetto di comprensione risiede in un limite di natura squisitamente culturale”.

Che fare? Questa l’idea del Teatro Stabile dell’Umbria e dell’Associazione Dance Gallery: invitare il pubblico direttamente sul palcoscenico alla ricerca di un rapporto interattivo, fatto di domande e risposte su temi come l’ideazione e la realizzazione di un progetto coreutico, anche attraverso video, produzione, coreografie.

Insomma: il ciclo “Il corpo che danza” tende a far annusare l’odore delle tavole del palcoscenico e sentire sulla pelle il calore dei riflettori come forma di educazione dello spettatore a sentirsi carne e sangue del balletto. Questa la scelta di Dance Gallery, da 22 anni attivamente operante nella città del Grifo. “Perugia è, infatti – dice Carla di Donato, storica e critica delle arti dello spettacolo – virtualmente al centro logistico e culturale di altre realtà umbre e realizzare l’iniziativa nel capoluogo assume una forte valenza attrattiva”. Tra i destinatari del progetto, ovviamente, anche il performer, ossia la figura professionale che veste di fisicità il progetto, mediante il pieno e consapevole possesso del linguaggio coreutico.

Il calendario dei cinque incontri si dipana nelle date 5 dicembre, 30 gennaio, 21 febbraio, 11 marzo e 10 aprile, con orario 17:30-19:00. Per parlare di ribellione, anima, gesto, scrittura e rivelazione. L’iniziativa è a partecipazione libera e gratuita, ma è gradita la prenotazione telefonando al 338 2345901.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento