menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Splende la perla del Lago e fa il pieno di arte, spettacolo, cultura... A San Savino sboccia il fiore di Artres

A San Savino sboccia il fiore di Artres: festival di musica, cinema, teatro, gastronomia. Stasera, grande anteprima col saggio degli allievi della Hewitt al castello

Splende la perla del Lago e fa il pieno di arte, spettacolo, cultura. A San Savino sboccia il fiore di Artres: festival di musica, cinema, teatro, gastronomia. Stasera, grande anteprima col saggio degli allievi della Hewitt al castello. Lo annunciano con orgoglio il presidente della Pro loco Maurizio Orsini e Vanni Ruggeri, figura di riferimento dell’amministrazione municipale magionese.

Questo Artres Festival è una scommessa che deve risultare vincente, per la qualità della proposta e le presenze aventi carattere di eccezionalità. La direzione organizzativa fa capo alla dinamica Pro Loco San Savino. La direzione artistica è sotto la responsabilità di Viola Anna Brusco e Giulia D’Amato. 

Il programma prevede per domani, venerdì 29, alle 21:30, “Orti insorti” e “Mav Festival” con Elena Guerrini. Un monologo sulla civiltà contadina e festival del baratto. La cosa funziona così: si entra a ingresso libero e si acquista, per 5 euro, prodotti locali selezionati. Poi alle 22:00 satira e tradizione giullaresca con Matthias Martelli, vincitore del premio Locomix 2015 e del premio Alberto Sordi nel 2014. Divertimento assicurato.

Sabato alle 21:30, a ingresso libero, Emma Morton, cantautrice scozzese, presenta il suo nuovo album “The Graces Bitten by the Devil”: contaminazioni musicali con accompagnamento dal vivo di Luca Giovacchini (chitarra) e Piero Perelli (batteria). Domenica, alle 21:30, “Cinema sotto le stelle”, cortometraggi e videoclip musicali con attraversamento di generi, temi e linguaggi. I singoli eventi saranno preceduti, alle 20, da un momento conviviale celebrato davanti al tramonto lacustre. Un appuntamento che si tinge di gusto e tradizione, grazie all’impegno della comunità femminile, ampiamente rodata fra i fornelli. E ci sarà anche l’opportunità di farsi qualche scatto davanti alla barca recuperata dal fondo e mirabilmente affrescata da un gruppo di pittori amici, abituali frequentatori della prestigiosa estemporanea, prevista anche per la prossima festa di quest’anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento