"Il generale", spettacolo antimilitarista e contro la guerra al teatro Torti di Bevagna

Ci sono grandi domande che attendono grandi risposte… le quali, spesso, tardano ad arrivare. Ma è importante farsele e porsi in maniera problematica di fronte ai grandi temi del vivere.

Ciro Masella propone questa riflessione al teatro Torti di Bevagna, dove, appunto, domenica 4 marzo calca le scene col suo “Il generale”.

Lavoro in cui si prova a sostenere che la violenza e le atrocità della guerra, e la guerra stessa, non esisterebbero… se nessuno le commettesse. Ma non sono necessarie? Facile, perfino banale. Il fatto è che un generale può vedere le guerre come missioni di pace, dove i combattenti sono l’“un contro l’altro armati” perché l’altro, il “selvaggio”, è per propria natura un provocatore e un violento: un selvaggio, appunto.

Qual è, dunque, il compito del generale? Quello di condurre una tale missione di pace! Come? Ma sconfiggendo in modo esemplare il selvaggio.
E qual è il compito dei soldati? Naturalmente: eseguire e non capire, per il semplice fatto che non sta a loro prendere posizione, perché non sono in grado di giudicare: “usi a obbedir tacendo”.

E qual è il ruolo della fede? La fede non deve essere messa in discussione, mai, neppure se la missione di pace si rivolge contro l’umanità stessa. Fede sempre e comunque. In cosa? Nell’esclusiva bontà delle proprie ragioni. Uno spettacolo pacifista e nonviolento, ispirato al dramma della guerra e vòlto a demistificare certi messaggi finto patriottici, ma invero disumani e razzisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

Torna su
PerugiaToday è in caricamento