menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Speciale San Valentino… la playlist consigliata con 10 canzoni romantiche per dirle/gli “ti amo”

Una serata particolare non può certo dirsi tale senza una romantica colonna sonora che le faccia da sottofondo. Noi di Perugia Today ve ne consigliamo 10. Il resto tocca a voi

~~Nessuno (o quasi) può sottrarsi all’elisir delle frecce scoccate da Cupido; che siate innamorati alla follia, ai primi batticuori o naufraghi nell’assoluta quotidianità, ripensate bene al concetto di “romanticismo”, sempre più blasonato e mal interpretato e vi renderete conto che aldilà della logica commerciale che sottintende San Valentino, c’è anche un modo per riscoprire un sano, godereccio e gratuito romanticismo con il/la proprio/a partner.
Una scusa come un’altra per ricordare quanto sia bello l’amore (a volte ce ne dimentichiamo per colpa di quel malefico tram tram della vita) e come (e soprattutto) basti poco per ravvivarlo.
Prendete un calice di vino, qualche candela e una canzone. Non costa niente, ma fa bene al cuore perché la musica spesso sa parlare meglio di noi e se non foste troppo arguti con le parole, basta il meraviglioso silenzio di due innamorati; una canzone azzeccata farà il resto e spedirà nella giusta casella il vostro messaggio.
Considerato l’immenso mondo musicale e tutte le sue varianti, Perugia Today ha voluto regalare ai suoi lettori una piccola playlist d’amore con 10 canzoni che “sanno parlare” a chi vuol ascoltare.
“I will always love you”; è forse la canzone d’amore per antonomasia (se ne deduce dal titolo) interpretata da quella voce incantata che fu di Whitney Houston. Ma andate a rispolverare la sua vecchia versione cantata da un’iconica Dolly Parton nel 1974; è struggente allo stesso modo, ma con un quid retrò che ne sdrammatizza la portata delle parole. Assolutamente consigliata.
Lui è Robert Smith, leader dei Cure, lei è “Just like Heaven”, visionaria e onirica poesia cantata, consegnata alla storia della musica con l’album del 1987 Kiss Me Kiss Me Kiss Me.
“Daylight licked me into shape/ I must have been asleep for days/ And moving lips to breathe her name/ I opened up my eyes/ And found myself alone alone/ Alone above a raging sea/That stole the only girl I loved/And drowned her deep inside of me” (La luce del giorno sbatteva su di me/Dovevo essere rimasto addormentato per giorni/E schiudendo le labbra per sussurrare il suo nome/ Ho aperto i miei occhi/E mi sono trovato completamente solo/Solo sopra un mare agitato/Che mi aveva portato via l'unica ragazza che amavo/E l'aveva sommersa profondamente dentro di me).
Nel 2005 Entertainment Weekly ha posizionato Just Like Heaven alla venticinquesima posizione della lista "Le 50 più grandi canzoni d'amore".
“Song to siren” di Tim Buckley, (1967) superbo e controverso cantautore della “scuola americana”, padre del più celebre Jeff Buckley (annegato negli anni 90 nel fiume Mississippi).
Magica la melodia, che inebria l’ascoltatore di terre esotiche e paradisi afrodisiaci, in un immaginario mitico (quello della sirena)che sublima  la romantica e mitologica bellezza femminea.
(Galleggiando a lungo in oceani deserti/ ho fatto del mio meglio per sorridere/finchè i tuoi occhi melodiosi e le tue dita mi attirarono affettuosamente alla tua isola)
Un altro piccolo capolavoro musicale da sussurrare all’orecchio, è “Crimson & Clover”, da cui la celebre cover di Joan Jett a ritmo suadente di rock. Noi preferiamo la delicatezza della versione originale proposta da Tommy James & The Shondells nel 1968. L’amore è color cremisi e trifoglio.
Sin troppo ostentata ma sicuramente suggestiva, è la sensuale interpretazione (di un amplesso, reale?) tra l’affascinante Serge Gainsburg e Jane Birkin, all’epoca innamorati, che lasciarono ai posteri il loro amore sotto le lenzuola grazie al ritmo accattivante dei gemiti e del sound tipicamente francese. Sensuale quanto i sospiri.
“Je t'aime... moi non plus”, 1969.
Certo, la musica italiana ha tutt’altro sapore rispetto a quella francese sul tema dell’amore, ma di certo non è da meno.
Prendiamo un Battiato, eroe incontrastato dei versi in musica e prendiamo la sua “Cura”; è l’esempio concreto di quanto l’amore possa essere raccontato senza mai citarlo per nome.
Il singolo, uscito nel 1996, fu scritto da Franco Battiato insieme al filosofo Manlio Sgalambro. Diventerà disco di platino, con oltre 30.000 copie vendute.
(“Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie, dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via. Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo”)
Ancora Battiato e un suo successo, ma stavolta secondo l’interpretazione dei C.S.I. (Consorzio Suonatori indipendenti) per il brano “E ti vengo a cercare”. Sublime la rivisitazione di Giovanni Lindo Ferretti, che estrapola dalle parole di Battiato, un sound sottilmente gotico, profondo, arcaico. Ottima la presenza di Ginevra di Marco, che irrora, con un filo angelico di voce, il profilo nobile della canzone.
(“E ti vengo a cercare/ anche solo per vederti o parlare/ perché ho bisogno della tua presenza/ per capire meglio la mia essenza”).
Siamo ancora in ambito italiano, ma stavolta è un altro cantautore generazionale ad aver scritto una tra le più belle canzoni d’amore “La Donna cannone” (1983) di Francesco De Gregori. Un’ inconfondibile ballata pianistica, da corpo alla storia di una donna che fuggì dal circo per il suo grande amore. De Gregori si ispirò ad un articolo di cronaca per scrivere il testo.
In “The Shadow of your smile” del mitico Marvin Gaye, c’è un’intera dichiarazione d’amore; dolce, vagamente melanconica, ricorda un’alba che sorge dal mare. Bellissima da ascoltare in buona compagnia.
È la stupenda Mina a chiudere questa playlist di San Valentino; la sua voce, vanto internazionale della nostra terra, riesce come poche a dar espressione fisica alle parole.
Con il fuoco vivo nelle vene, interpreta, nel 1978, l’accattivante e sensualissima “Ancora”. Quando l’amore è passione struggente e non cenna a placare.

Perugia Today augura un Buon San Valentino a tutti gli amanti clandestini, ai primi amori, agli sposati, a chi si sposerà e a chi non ci crede più.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento