rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Eventi

Simona Esposito in Romania in soccorso dei giovani ballerini che forse... verranno a Perugia

Simona Esposito, attrice, cantante lirica, doppiatrice, presentatrice di eventi e… donna di gran cuore, è parte attiva nell’operazione di supporto ad artisti e ballerini rumeni

Simona Esposito, attrice, cantante lirica, doppiatrice, presentatrice di eventi e… donna di gran cuore, è parte attiva nell’operazione di supporto ad artisti e ballerini rumeni. Si è recata in quel Paese, prima del convegno perugino sugli orfani bianchi, bambini rimasti in patria con gli altri parenti, mentre le madri sono in Italia per lavorare. Dichiara: “Ho creato una borsa di studio a favore di giovani danzatori del Collegio di Stato per consentire ai meno abbienti di pagarsi le tasse di iscrizione ai concorsi, comprare materiale e per sopperire ad altre necessità”.

La dote di questa generosa artista è la discrezione, tanto che ci dice: “Non volevo si sapesse che quei soldi (pochi in realtà, ma lì corrispondono a una somma notevole) venivano da me, anche perché non sono ricca. Mi adopero semplicemente per sollecitare le persone sensibili a contribuire, in nome dell’arte che è un diritto di tutti”.

E rivela: “Mi hanno invitato ufficialmente, assieme a Elena Bertea, presidente dell'Associazione Amicizia Italia-Romania, al Festival di Pasqua di Bra?ov. Ci hanno lasciato le poltrone riservate al Teatro dell'Opera. L’accoglienza è stata strepitosa e ci hanno intervistate alla televisione nazionale”. Poi una punta di campanilismo (di una romagnola, ormai cittadina del Grifo): “Abbiamo detto di venire da Perugia e questa appartenenza mi ha inorgoglito. Loro conoscevano la città e la sua tradizionale apertura a temi di cultura e umanità”.

Poi due parole sulla scuola di danza: “Mi sono emozionata nel vedere quanto sono bravi questi ragazzi. Il loro maestro è l'ex principal dancer dell'Opera di Dresda, il Maestro d'Arte (questo è il titolo che hanno qui) Christian Eliade Mindris ed è un vero Pigmalione”. Per concludere con un impegno: “Spero di riuscire a portare almeno una delle compagnie a Perugia, perché sono meravigliosi”. La città del Grifo aspetta fiduciosa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simona Esposito in Romania in soccorso dei giovani ballerini che forse... verranno a Perugia

PerugiaToday è in caricamento