menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si avvia alla conclusione L'Altro Festival di cui si apprezzano i frutti nei concerti degli studenti

Si avvia alla conclusione l’Altro Festival con le esibizioni degli studenti che hanno aderito alla fruttuosa masterclass. Il livello dei docenti non dava adito a perplessità: Christa Bützberger (pianoforte) e Giuseppe Barutti (violoncello), oltre ad essere musicisti strepitosi, sono dotati di un’alta vocazione didattica. “Non minerali, ma spugne”, recita un antico brocardo sul giusto atteggiamento da tenere da parte degli studenti. “Non vasi da riempire, ma fiaccole da accendere”, ha scritto Plutarco sull’arte del pedagogo.

E così è stato. Se è vero che abbiamo potuto ascoltare prestazioni notevoli, sebbene a livelli graduati e con caratteristiche personali di ciascuno degli artisti. Sabato, al Palazzo Della Penna, concerto di Evelina Simonettta (pianoforte) con Schubert. Poi Cristiano Bellavia (violoncello) e Martina Stäuble (pianoforte) con Schumann. A seguire, Giuditta Calabretto (violoncello) e ancora Martina Stäuble. Per chiudere con Enrico Maderni (violoncello) e Mauro Dalla Massara (pianoforte) nella Sonata in Re maggiore, op. 58 di Felix Mendelssohn, in quattro movimenti. È stato, quest’ultimo, un ascolto di livello assolutamente professionale. È facile prevedere una carriera di lusso per questi due giovani impegnati e competenti.

Consegna degli attestati in un clima gioioso, con piena soddisfazione di docenti e discenti. Appuntamento all’anno prossimo per la VI edizione de l’Altro Festival. Grazie a Munus, al Palazzo Della Penna, al Comune di Perugia. Grazie da parte di tutti i musicofili, perugini e non, che non hanno fatto mancare la propria presenza attenta e costante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento