menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Savino, non una semplice Sagra, ma una festa per l’arte e la cultura

Lo dimostra  l’estemporanea di pittura, organizzata dalla dinamica artista Stefania Natalicchi, che ha “convocato” pittori di vaglia da tutto lo Stivale

San Savino, non una semplice Sagra, ma una festa per l’arte e la cultura. Questo l’obiettivo del presidente Maurizio Orsini e dell’assessore al Comune di Magione Vanni Ruggeri: dimostrare che il buon mangiare può egregiamente convivere con l’arte.

Lo dimostra  l’estemporanea di pittura, organizzata dalla dinamica artista Stefania Natalicchi, che ha “convocato” pittori di vaglia da tutto lo Stivale. Il tema è stato quello del paesaggio lacustre e dell’oasi naturalistica sansavinese, col suo ambiente e l’avifauna intatti. Partecipazione massiccia e opere di altissima qualità. Così hanno sentenziato i giurati: Fausto Minestrini (presidente), Sandro Allegrini, Vanni Ruggeri, Cinzia Rosini (segretaria), Moreno Chiacchiera.

Decisioni unanimi nel premiare i primi quattro. Numerose opere acquistate da sponsores entusiasti.  Premi in denaro e in natura ad altri. Ovviamente, medaglia di partecipazione per tutti. La palma è stata concessa all’artista pontefelcinese Roberto Banfi Rossi, pittore di grido che ha proposto una “quiete dopo la tempesta” di fascino assoluto. A seguire: Santuccia Petretti (Perugia), Francesco Costanzo (Fiuggi), Mauro Del Vescovo (Roma). Mercoledì 22, alle 19:00, è molto atteso l’evento artistico che prevede la decorazione, in diretta, di una grande barca da parte di rappresentanti del fumetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento