menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Rubrica "Visti per Voi": "La serva padrona” di Giovan Battista Pergolesi al Teatro Bicini

L’Associazione TéathronMusiké, fondata e diretta da Virgilio Bianconi, presenta al Bicini una classica del Settecento, “La serva padrona” di Giovan Battista Pergolesi, che avrebbe originato la definizione del genere “opera buffa all’italiana”. Il plot: un ricco signore (Uberto) ha al suo servizio la furba Serpina che ambisce a farsi sposare per elevarsi dalla propria condizione. 

Sapendo che il padrone ha un debole per lei, Serpina – d’intesa con lo sciocco servo Vespone – finge di volersi sposare con un certo Capitan Tempesta (impersonato da Vespone, travestito da militare). Serpina chiede a Uberto una dote di 4000 scudi e costui, pur di non pagare, decide di sposarla, facendola di fatto diventare “padrona”.

Questa proposta teatral-musicale è condotta, con garbo e professionalità, dai cantanti Francesca Bruni (soprano), Pedro Bomba (baritono), Daniel Bastos e Riccardo Adamo. Maestro al cembalo Sabina Belei, violoncello Catherine Bruni, violino e concertazione Patrick Davide Murray; regia, scene e costumi di Virgilio Bianconi. Accolta con applausi l’introduzione di Simona Esposito, cantante e intrattenitrice, che si è soffermata su temi di storia, cultura e antropologia teatrale.

Il pubblico perugino ha omaggiato con ripetuti applausi a scena aperta il cast di cantanti lirici e musicisti  che tanto successo ha già riscosso nelle precedenti edizioni e nel Pan Opera Festival dello scorso settembre al teatro Caporali di Panicale.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento