menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quintana e Giro d'Italia insieme, quando l'arte coniuga due mondi

Intendiamo segnalare un manifesto stupendo, che contamina l’avventura agonistica del Giro d’Italia numero 100 con una manifestazione fortemente identitaria della città dei Trinci. Ossia: come mettere insieme due pezzi di storia, accomunati dallo spirito leale della competizione sportiva e, insieme, dall’emozione forte della gara. Ottenendo – come si vede in pagina – un risultato di forte caratura artistica ed espressiva.

Ci sono riusciti  l'ente Giostra della Quintana e le ragazze del Quintana Point che hanno voluto omaggiare il giro d'Italia, con questa riuscita iniziativa.

Dunque: giro numero 100, tappa 10. È il caso di ricordare che Foligno è stata protagonista del Giro d’Italia con la cronometro del Sagrantino, un percorso spettacolare e suggestivo di quasi 40 km, che ha fatto salire gli atleti fino a Montefalco. Neanche a farlo apposta: il ciclista Nairo Quintana è arrivato in maglia rosa, proprio nella Città della Quintana. Una stranezza che conferma un celebre detto: “Caso è il nome di Dio quando non voleva firmare”.

In occasione della tappa folignate del Giro d’Italia, l’ufficio marketing dell’Ente Giostra ha  inteso, dunque, realizzare un’opera che celebra il passaggio del Giro nei nostri territori, intrecciando il suo percorso con il momento di massima tensione della Giostra: la lancia che infila gli anelli delle tre tornate. La grafica porta la firma dell’architetto Carlo Crescimbeni. Il dipinto è stata riprodotto in cento copie numerate e autografate, distribuite gratuitamente. 

Una menzione particolare di apprezzamento, per il suo proficuo lavoro, alla collega Manuela Marinangeli, responsabile marketing dell’Ente Giostra Quintana di Foligno e curatrice d’immagine della manifestazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento