menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Primo Maggio, la tradizione per tutelare la memoria dei grandi perugini

Un primo maggio denso di storia e identità, declinata sul piano dei grandi perugini… per tutelarne la memoria e ricordarne l’insegnamento

Un primo maggio denso di storia e identità, declinata sul piano dei grandi perugini… per tutelarne la memoria e ricordarne l’insegnamento.

Una tradizione che perseguono e proseguono da anni, con ostinazione grifagna, Vanni Capoccia e Cesare Barbanera, figure eminenti della Società di Mutuo Soccorso.

“Compriamo – dice Vanni – un mazzo di garofani rossi e facciamo il giro delle tombe dei grandi”.

Quali i personaggi che avete scelto di omaggiare?

“La prima ‘stazione’ al cimitero monumentale è quella all’Altare della Patria-Monumento funebre ai caduti del XX Giugno, che di garofani se ne merita tanti, anche perché trasversale a ogni ideologia e riepilogativo della nostra storia di tenaci difensori della libertà”.

Dove mettete i garofani?

“Nella posizione dove stava il Grifo che, com’è noto, mani sacrileghe rubarono senza riguardo per la nostra storia”.

Lì accanto c’è un altro grande, vero?

“Sì, a destra in alto, c’è il sindacalista Furio Rosi, colui che organizzò lo sciopero per far riassumere dalla Saffa la Gilda di San Marco. Per la verità c’erano dei fiori di plastica, ma li abbiamo tolti per mettere, come sempre, il garofano rosso. Speriamo che nessuno se ne dolga”.

E gli altri?

“Poi la tomba di Mario Grecchi, il partigiano fucilato al poligono del Borgo XX Giugno”.

Quindi?

“Primo Ciabatti, il senatore Raffaele Rossi, per noi semplicemente ‘Lello’. E poi Mario Angeloni e Italo Vinti”.

E con Capitini come la mettiamo?

“Passiamo dal monumentale a Monterone e raggiungiamo la tomba del filosofo nonviolento”.

Sapete che Capitini non amava i fiori recisi?

“Lo sappiamo benissimo. Ma li mettiamo lo stesso in quella tomba in onore e memoria di Riccardo Tenerini, sepolto insieme al nostro Aldo”.

Un omaggio ai nostri padri, un doveroso percorso della memoria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento