menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primo Maggio, concerti e festa nelle piazze dell’Umbria: attesa a Perugia per Raoul Bova

La Camera del Lavoro provinciale di Perugia ha organizzato 10 manifestazioni che si svolgeranno lunedì 1 Maggio. Nel pomeriggio appuntamento con il tradizionale concertone in piazza IV Novembre

Accanto al Primo Maggio regionale di Norcia saranno tante anche quest'anno le piazze umbre in cui si celebrerà la festa del Lavoro. La Camera del Lavoro provinciale di Perugia ha organizzato infatti ben 10 manifestazioni che si svolgeranno nella maggior parte dei casi nella mattina di lunedì 1 Maggio, per poi confluire nel pomeriggio a Perugia, per il tradizionale concertone in piazza IV Novembre.

Concertone che avrà quest’anno un ospite di eccezione: salirà infatti sul palco allestito dai sindacati l’attore Raoul Bova, che porterà un saluto di solidarietà ai lavoratori umbri ed in particolare a quelli dei territori terremotati.

Primo Maggio, festa a Norcia e concertone a Perugia: tutti gli artisti che suoneranno in piazza IV Novembre

Ma ecco l’elenco della piazze in cui si svolgeranno le manifestazioni del Primo Maggio: Tuoro (Piazza del Municipio, ore 9.30); Passignano (Parco via Primo Maggio, ore 15.00); Tavernelle (piazza Mazzini, ore 9.30); Paciano (piazza Santa Maria, ore 15.00); Moiano (casa del Popolo, ore 9.30); Castiglione del Lagoro (Lungolago, ore 15.00); Marsciano (piazza della Vittoria, ore 9.30); Città di Castello (logge Bufalini, ore 9.30); Umbertide (corteo dal piazzale della stazione fino a piazza del Municipio, ore 9.30);  Solfagnano Parlesca (ore 9.30). Mancano dall’elenco le piazze della fascia appenninica che confluiranno nel Primo Maggio di Norcia.

“Quest’anno la Festa del Lavoro assume una valenza straordinaria - commenta Filippo Ciavaglia, segretario generale della Cgil di Perugia - perché mai quanto ora il lavoro diventa lo strumento essenziale per risollevare le sorti della nostra provincia e della nostra regione.

Un territorio duramente provato da una crisi che ha ormai i connotati di un cambiamento strutturale sulla quale si è innestato l’ennesimo terremoto, che ha distrutto interi borghi e messo in ginocchio fondamentali settori economici, a partire dal turismo. Ecco perché - conclude Ciavaglia - il messaggio che lanceremo dalle piazze lunedì prossimo sarà una chiamata all’impegno comune, perché solo attraverso il lavoro sarà possibile immaginare un futuro di pace e prosperità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento