menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Statuine della Natività accanto a scene di vita moderna, presepe "hi tech" nella chiesa di Nuvole

"In questa pandemia l’uso di mezzi tecnologici è aumentato in modo notevole nelle nostre abitudini”, ha sottolineato Don Giorgio Mariotti, invitando tutti i fedeli ad una profonda riflessione sull’argomento

Presepe “hi-tech” nella chiesa di Nuvole a Città di Castello. Qui, accanto alle statuine dedicate alla Natività, spuntano quasi d’incanto immagini di vita moderna: cellulari di ultima generazione, tralicci, antenne, ripetitori, ponti radio. Il presepe è stato realizzato dai ragazzi della parrocchia e dal parroco don Giorgio Mariotti, ideatore di numerose iniziative finalizzate ad un corretto utilizzo di smartphone, tablet, computer ed altri prodigi della tecnologia, indispensabili ma da usare con cautela per evitare rischi alla salute.  

“Nella vita sociale – ha detto don Giorgio - questa pandemia ha tolto tanti momenti di convivialità, di incontri, di condivisione. Forse in alcuni casi dobbiamo ringraziarla, perché ci ha allontanato da abitudini non importanti e in certi casi anche dannose, fatte di esagerazione. Abbiamo scoperto più vita familiare, più vita domestica. La nostra vita si è fatta più essenziale.”

“Anche nella tradizione religiosa qualcosa è venuto a mancare, come ad esempio la santa Messa di mezzanotte che era per molti, praticanti e non, un appuntamento da non mancare - ha proseguito il parroco- Come è venuta a mancare la mostra dei presepi che per la nostra città era diventata una occasione per far conoscere anche il nostro territorio. Nelle nostre parrocchie abbiamo cercato di sopperire a questa mancanza allestendo dei tipici presepi che richiamano alle nostre feste religiose. A Nuvole con il presepe tecnologico, che richiama la festa di san Biagio che da diversi anni viene celebrata con la benedizione dei cellulari. Quest’anno sarà il 7 febbraio. Sappiamo che in questa pandemia l’uso di questi mezzi è aumentato in modo notevole nelle nostre abitudini”, ha concluso Don Giorgio Mariotti, invitando tutti i fedeli ad una profonda riflessione sull’argomento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento