rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Eventi

"Perugia romana", la verità sulla storia della città

Un libro che fa luce sulla storia antica della Vetusta. Si chiama “Perugia romana” e ne è autrice Maria Carla Spadoni, antichista di vaglia. Lo hanno presentato al Museo Archeologico di San Domenico Luana Cenciaioli, che ne è il direttore, e l’illustre etruscologo Mario Torelli, Accademico dei Lincei, che ha curato la prefazione all’opera.

I relatori sono stati introdotti da Paola Monacchia, presidente della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, sotto i cui auspici esce il volume, nella collana “Le appendici al Bollettino”, trattandosi di articoli già usciti su quella pubblicazione, anche se qui riordinati e organizzati in volume.

Il libro – dice Torelli – offre un quadro complessivo per la ricostruzione della storia perugina sulla base di documenti epigrafici e archeologici.

Luana Cenciaioli presenta uno slide che accompagna la sua esposizione, con immagini degli scavi, tra i quali quelli sotto San Bevignate (domus e fullonica, ossia lavanderia), le tombe dei Cutu e dei Cacni (Elce), i mosaici reperiti tra via Fani e via del Forno, quelli di via Baldo, la domus sotto la cattedrale, le ghiande missili, il bellum perusinum con documenti e ricostruzioni.

Torelli illustra la fase della cosiddetta “romanizzazione” che investe il costume e le epigrafi. Poi i mutamenti e i passaggi delle strutture economiche col superamento del mondo servile e la conseguente emancipazione sociale. Un libro che consente di rivisitare aspetti storici e linguistici e cui va il merito indiscutibile di indicare nuove direttrici di ricerca. Torelli conclude lanciando strali contro l’omissione di studi storici (“oggi non si fa più storia locale”) e stigmatizzando l’importanza eccessiva attribuita alla “tecnologia come sostituto delle cellule cerebrali”. Detto da lui, c’è da crederci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Perugia romana", la verità sulla storia della città

PerugiaToday è in caricamento