Quando Perugia e New York si uniscono sotto il segno di una nuova, strepitosa formazione: gli Hot Jupiters

Il super-gruppo è ispirato dal compositore George Cork Maul e nasce dalla “collisione” tra Namaste Ensemble, Vibraharp Ensemble e The Hidden City Orchestra

Quando Perugia e New York si uniscono sotto il segno di una nuova, strepitosa formazione: gli “Hot Jupiters”. E nacque il Vibraharp.

Il super-gruppo internazionale origina dalla “collisione” tra Namaste Ensemble, Vibraharp Ensemble e The Hidden City Orchestra.

Tutto nasce da quando il compositore  newyorkese George Cork Maul ha visitato per la prima volta l’Umbria: in particolare Perugia e Todi. Ne è rimasto letteralmente incantato. 

Maul è uno dei principali compositori della LICA (Long Island Compositori Alliance),  uno dei gruppi autorali contemporanei più attivi negli Stati Uniti. Maul, peraltro, è stato il primo a dedicare una sua opera al Vibraharp duo (Vibrafono e arpa) costituito da Maria Chiara Fiorucci (arpa) e Fabrizio D’Antonio (vibrafono). Il compositore americano ha creduto, sin dal principio, in questo particolare organico. 

Da qui, la volontà di creare un progetto in cui poter condividere la bellezza di queste città: New York e Perugia.

Maul decide di creare degli eventi-concerto,  dal titolo “Città Incantate“, frutto di una collaborazione tra le due realtà, dove compositori americani della Lica dedicano nuove composizioni, interpretate da musicisti italiani, in un connubio giunto  alla sua quinta edizione. Che quest’anno vede l’organico del Vibraharp duo, arricchito da musicisti affermati e di grande versatilità: al clarinetto Guido Arbonelli e Natalia Benedetti, pianoforte Michele Fabrizi, violoncello Ermanno Vallini, arpa Maria Chiara Fiorucci e vibrafono Fabrizio D’Antonio. 

Il titolo di questi eventi-concerto, “Hot Jupiters”, si lega al nome di pianeti giganti, simili a Giove, che orbitano molto vicino alla superficie della propria stella e per questo vengono definiti "Gioviani caldi”.

Il ciclo prevede tre concerti in altrettante città dell’Umbria: 15 novembre, ore 17:30, a Palazzo della Penna, con il patrocinio del Comune di Perugia. Il 24 novembre, ore 11.30, alla Biblioteca Sperelliana di Gubbio, Sala ex Refettorio. Il 6 dicembre 2019, ore 18, nella Chiesa della Nunziatina di Todi. 

Il concerto sarà arricchito dalla presenza del compositore, pianista, George Cork Maul (in foto) che prenderà parte – nell’ultima sezione del concerto – all’ improvvisazione con l’ensemble di musicisti umbri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Tragedia a Mantignana: muore pedone investito da un'auto, inutili i soccorsi

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento