menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Love Film Festival, riflettori sulla famiglia: gli ospiti d'onore

Presentata la sesta edizione del Love Film Festival (13-15 novembre), incentrata sul tema sociologico, affettivo e relazionale della famiglia

Presentata la sesta edizione del Love Film Festival (13-15 novembre), incentrata sul tema sociologico, affettivo e relazionale della famiglia.

Partito da una dimensione a carattere territoriale, il festival di Daniele Corvi ha rapidamente assunto una valenza nazionale e internazionale, per varietà e qualità dei temi, per rilievo degli ospiti, per dimensione dei sostenitori. Che sono, in primis, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Photoveg video e Fondazione Global Thinking. Segue e sostiene la manifestazione, fin dalla prima edizione, la RM Antincendi, rappresentata dalla giovane Eleonora Giunta.

Anche l'attribuzione del Grifone d’oro è ormai divenuto un ambìto status symbol che conferisce accreditamento a quanti ne vengono avvalorati in termini artistici e professionali. Quest’anno, fra gli altri, spiccano il Premio alla carriera “Federico Fellini”, quello al corto “Sandro Penna”, quelli speciali alla solidarietà, intestati a personaggi come il filosofo perugino Aldo Capitini e il calciatore Renato Curi.

Ne parlano in Sala della Vaccara, coordinati dal patron Corvi, l’assessore alla Cultura del Comune di Perugia, Leonardo Varasano, la delegata del sindaco al cinema Francesca Vittoria Renda, il giurista Salvatore Maria Miccichè, Daniele Moretti per la CRP. I relatori concordano sulla crescita dell’evento, sulla qualità, sulla validità degli argomenti assunti a temi delle varie edizioni. Accennano concordemente anche alla Umbria Film Commission che dovrebbe finalmente vedere la luce.

Avremo modo di tornare sulla tre giorni (13-14-15 novembre) che propone come madrina Lidia Vitale. Ci piace intanto sottolineare l’iniziativa, coordinata da Fabio Melelli, sul tema “Donne di cinema” con l’anteprima del documentario sulla Perugia Anni Trenta (la Vetusta in camicia nera, quale emerge dai filmati dei GUF, a cura del collezionista Michele Patucca) e la cine azione “Omelia contadina” di JR e Alice Rohrwacher. Inoltre, presentazione di libri, convegno sul bullismo e parecchio altro.

Ospiti di punta: Marco Bocci, Fortunato Cerlino, Paolo Genovese, Vinicio Marchioni, Paolo Rossi.

Un’iniziativa che si tiene con un ritardo di nove mesi, quanti ne servono per concepire e dare alla luce un essere umano. Edizione tribolata, ma non in tono minore, malgrado la tentazione di mollare tutto, data l’incertezza che regna sovrana sulle sorti del Paese.

Daniele Corvi, oltre al progetto elaborato in presenza, tiene in tasca un piano B, laddove dovesse realizzarsi la paventata chiusura generale. La risposta sarà sul web.  Non resta, dunque, che incrociare le dita perché tutto vada liscio, secondo i migliori auspici.

Sede di riferimento la Sala dei Notari. Obbligo di prenotazione per accedere ai posti limitati (una settantina in tutto).

Il manifesto, di notevole appeal, è frutto dell’ingegno creativo del pittore perugino Francesco Quintaliani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento