menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Love Film Festival 5: non solo nomi, ma temi di grande appeal e di impegno civile

Un’edizione più che mai ricca di contenuti. E di qualità. Ne fanno fede sponsor di tutto rilievo, non ultima la Rai

Non solo nomi, ma temi di grande appeal e di impegno civile… Love Film Festival 5: un’edizione più che mai ricca di contenuti. E di qualità. Ne fanno fede sponsor di tutto rilievo, non ultima la Rai. Ne abbiamo già parlato su queste colonne e stamane è stato ribadito in Sala Rossa. Alla presenza della madrina Giorgia Cardinaletti, conduttrice del programma più antico e prestigioso, come la Domenica Sportiva.

Giorgia è perugina doc: fra le mura della Vetusta si è laureata, ha compiuto esperienze sulla carta stampata (dentro “Il Giornale dell’Umbria”), ha poi frequentato la scuola di giornalismo che l’ha meritatamente proiettata nell’empireo mediatico nazionale. Una manifestazione che si presenta con una rinnovata identità. Tanto che Giorgia dice: “Mi hanno attirato i temi. Nei giornali non si trova mai la parola Amore”.

Al tavolo anche Adriana Galgano, sostenitrice della prima ora del LFF. Parla della valorizzazione del territorio, dell’indotto creato dalle produzioni. C’è Giacomo Leonelli, da sempre aperto ai temi dello spettacolo e del cinema, sulla scia dell’indimenticabile padre Fabrizio. C’è Guido Roncalli, attore, regista, sceneggiatore, “mezzo umbro – dice – per la nonna Conestabile della Staffa, per aver frequentato il liceo Mariotti, per aver casa a Corciano”. C’è Daniele Procacci, uomo di cinema legato alle produzioni internazionali. Insomma: scaldati i motori, ai nastri di partenza per una edizione coi fuochi d’artificio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento