Domenica, 21 Luglio 2024
Eventi Borgo XX Giugno

Dialoghi contemporanei ai Giardini del Frontone: incontro con le autrici Sara Mazzini e Giulia Siviero

Libreria Mannaggia e T-Trane Records Store insieme per due appuntamenti imperdibili martedì 9 e mercoledì 10 luglio

Due incontri, due temi cruciali, letteratura e attivismo. Nell’aria fresca dei Giardini del Frontone, martedì 9 e mercoledì 10 luglio, la libreria Mannaggia e il T-Trane Records Store ospiteranno le autrici Sara Mazzini e Giulia Siviero che con le loro pubblicazioni parleranno della complessità e delle sfide della contemporaneità. 

Martedì 9 luglio, alle 19.00, il gruppo di lettura della libreria Mannaggia incontrerà Sara Mazzini per discutere del suo romanzo “Il mondo ci deve delle scuse”, pubblicato dalla casa editrice umbra Aguaplano. 

Questo libro, che affronta temi come il precariato giovanile e le difficoltà nel mondo del lavoro, è un ritratto vivido della fragilità e delle lotte quotidiane dei giovani d’oggi. Nel romanzo seguiamo la storia di Ivan, un giovane che dopo il divorzio dei genitori si distanzia dalle sue passioni: la danza, imposta dalla madre come un mestiere, e il writing, un’arte di ribellione contro la gentrificazione della sua città natale. 
Con uno stile ricco e un’analisi acuta delle problematiche generazionali, Mazzini costruisce un microcosmo che riflette le sfide e le piccole vittorie di un’intera epoca. 
L’autrice è nata nel 1980, ha vissuto tra l’Italia e la Germania e ha una carriera che spazia dalla scrittura all’attivismo. Ha pubblicato vari romanzi e partecipato a diverse antologie, sempre mantenendo un forte impegno sociale e politico. 

Il 10 luglio, alle 18.30, sarà la volta di Giulia Siviero, che presenterà il suo saggio “Fare femminismo” (Nottetempo), in dialogo con Maristella Pitzalis, agroecologa, attivista e femminista. 

L’incontro sarà un’occasione unica per riflettere sulla storia e sulle pratiche del femminismo, un movimento che ha saputo intrecciare teoria e azione in maniera creativa e rivoluzionaria. 
“Fare femminismo” non è solo una raccolta di storie ma un’opera che intreccia narrazione ed elaborazione teorica. Siviero racconta le pratiche femministe che hanno sfidato il patriarcato in modi innovativi e spesso provocatori: dai funerali pubblici per la femminilità tradizionale alla liberazione di topi alle fiere per matrimoni, dall’occupazione delle aule dei tribunali alla trasformazione di rabbia e silenzio in azione politica. 

Queste storie offrono uno spunto per recuperare una genealogia femminista radicale, necessaria per immaginare e costruire nuovi orizzonti di libertà e sorellanza. Giulia Siviero, laureata in Filosofia all’Università di Verona, è una giornalista e femminista attiva nei movimenti. Collabora con testate come Il Post, Internazionale e il manifesto, occupandosi di questioni di genere e politica delle donne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dialoghi contemporanei ai Giardini del Frontone: incontro con le autrici Sara Mazzini e Giulia Siviero
PerugiaToday è in caricamento