rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Eventi Fratticiola Selvatica

Perugia: l'uomo e il mulo, storia di una millenaria collaborazione nella conferenza di Roberto Balzarotti

Appuntamento sabato 16 luglio alle ore 15.30 nell'ambito della Rassegna del mulo del cavallo da soma organizzata dalla Pro loco di Fratticiola Selvatica

Il mulo come fedele servitore dell’uomo, in tempo d pace e in tempo di guerra. È quanto propone la conferenza di Riccardo Balzarotti-Kämmlein che si terrà sabato 16 luglio, alle ore 15.30, a Fratticiola Selvatica, nell’ambito della Rassegna del mulo del cavallo da soma organizzata dalla Pro loco.

La millenaria storia del mulo e della sua fatica, ma anche l’epopea degli Alpini con i muli nella Grande Guerra e la grande tradizione del someggiato nel Regio Esercito e poi nell’Esercito Italiano, l’utilità moderna per la gestione ecosostenibile del sottobosco e per diporto, trekking, escursionismo.

Il relatore parlerà di questo insostituibile animale in tempo di guerra e di pace, del legame che da sempre ha legato il mulo col suo conducente, fino al sacrificio di entrambi soprattutto nella guerra di montagna. Il mulo ha una storia plurimillenaria e le ragioni della sua diffusione sono la forte e robusta costituzione, la frugalità e rusticità, la resistenza alle malattie, l'adattabilità ad ambienti sfavorevoli. Potremmo dire che dove non arriva il treno, dove non arriva il camion, dove non arriva il carro, dove non arriva il cavallo, dove non arrivano neppure i cingolati e i fuoristrada, là arriva il mulo. La storia del mulo con le “stellette” è indissolubilmente legata agli alpini. Il connubio alpino-mulo, artigliere da montagna-mulo, è parte integrante e inseparabile nella storia di entrambi come militari in servizio al Regio Esercito. Parlando con mulattieri o conducenti, diventano comprensibili affermazioni, affetto, stima, relative alla simbiosi tra uomo e animale, tanto da risultar difficile credere che si stia parlando proprio di un mulo. Storia di uomini e muli, di sacrificio, di perizia e di tecnica necessaria per operare all’unisono. La seconda parte della relazione riguarda l’uso del mulo in tempo di pace, nei lavori di esbosco ecocompatibile, rispettoso della natura, ma anche di escursionismo e di trekking nel nostro bellissimo Appennino e su tutte le Alpi, e ancora nella cura dell’autismo.

Riccardo Balzarotti-Kämmlein, appassionato e autore del libro “Il mulo, amico in guerra e in pace”, racconterà la millenaria storia del mulo che trova le ragioni della sua diffusione nella forte e robusta costituzione, nella frugalità e rusticità, nella resistenza alle malattie, l'adattabilità ad ambienti sfavorevoli dell’animale, insostituibile presenza del lavoro e fatica dell’uomo. Si pensi a boscaioli, carbonai, agricoltori, commercianti e persino…sposi che facevano il loro “viaggio di nozze” con questo animale.

La millenaria storia del mulo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia: l'uomo e il mulo, storia di una millenaria collaborazione nella conferenza di Roberto Balzarotti

PerugiaToday è in caricamento