rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Eventi

Perugia, l'epopea di Videomusic raccontata in un libro per rivivere i meravigliosi anni '80 e '90 a tempo di musica in TV

Presentato a Palazzo della Penna dall'assessore Leonardo Varasano il libro "Videomusic. I nostri Anni ‘80" di Clive Griffiths

Videomusic è stato lo strumento per conoscere la musica statunitense e inglese, per far uscire dai confini musicali d’Italia i giovani degli anni ‘80 e ‘90, “i nostri anni, per parlare della nostra storia, per fare il pieno di immagini e suoni e ripercorrere un’epoca che ha segnato la nostre esistenza” ha esordito l’assessore Leonardo Varasano presentando il libro “Videomusic. I nostri Anni ‘80” di Clive Griffiths nel salone d’onore di Palazzo della Penna.

Il volume, pubblicato da Eclettica edizioni, è il frutto di sette anni di lavoro dell’autore, uno dei padri fondatori dell’emittente Videomusic che nel 1984 avviava le trasmissioni (in Umbria ben visibile dal 1987).

“Anni in cui un’idea mette insieme musica e immagini, con le canzoni che diventano visive e nasce il ‘vj’ – ha proseguito Varasano – Gli anni del Walkman e delle musicassette, dei ragazzi con le cuffiette ad ascoltare musica passeggiando. In questo volume c'è la storia di tutto questo”.

“Videomusic nasce da un gruppo che entrava in una Panda – ha esordito Griffiths - Eravamo una banda di alieni che si intrufola ad un festa su un battello sul lago di Ginevra perché ci ha invitato Freddie Mercury e c’erano i Village People, poi ci siamo accorti che era una festa con soli maschi. Eravamo dei pionieri totali, anche per la tecnologia che usavamo, ma siamo stati la prima TV tematica in Italia e Europa – prosegue Griffiths - Rispetto a MTV che trasmetteva negli USA, dove i presentatori erano bianchi e non si trasmetteva la musica di artisti di colore, volevano fare una cosa più irriverente e ci siamo riusciti. Noi trasmettevamo la musica e i video più moderni, mentre i produttori italiani non portavano i loro artisti da noi e preferivano farli esibire a Fantastico. Poi le cose sono cambiate”.

Un volume di 400 pagine per rivivere gli anni ‘80 senza rimpianti “ma ricordando che erano anni felici - si legge nell’introduzione - Perché c’erano la Lira italiana, un paninaro dietro ogni angolo e tutte volevano sposare Simon Le Bon” oppure chi tifava per i Depeche Mode o gli Spandau Ballet, gli anni di Madonna, degli Europe e di George Michael. “Un commovente percorso guidato da un iconico protagonista della prima televisione musicale, insieme ai suoi
compagni di viaggio…Luca Carboni, Alex Britti, Righeira, Marco Baldini, Mixo, Ligabue, Gazebo, Emilio Cavallini, Linus, Savage, Maurizio Solieri, Andrea Pazienza, Alex Peroni, Nicola Savino, poeti, look-artist, fotografi, registi e la squadra di Videomusic” prosegue l’introduzione.

Nato nel Sussex, Clive Malcolm Griffiths è noto per Videomusic, dalla sua nascita fino al 1990, e per il suo corso radiofonico di inglese a suon di musica. Da Radio Monte Carlo alle scuole superiori di tutt’Italia, “Speak Easy” – con Clive in bombetta – ha intrattenuto circa 600.000 studenti.

videomusic copertina-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, l'epopea di Videomusic raccontata in un libro per rivivere i meravigliosi anni '80 e '90 a tempo di musica in TV

PerugiaToday è in caricamento