Al Post Mod si chiude il cerchio: proiezione de “La Valle dell’Eden”

Dopo la riduzione teatrale di Antonio Latella (anche in maratona di ben sette ore), proposta al Morlacchi la scorsa settimana, gli amanti della pagina di Steinbeck si sono ritrovati al multisala dell’acropoli per assistere al capolavoro cinematografico di Elia Kazan

Non solo teatro. Al Post Mod si chiude il cerchio Steinbeckiano con la proiezione de “La Valle dell’Eden”, tratto dall’omonimo romanzo.

Dopo la riduzione teatrale di Antonio Latella (anche in maratona di ben sette ore), proposta al Morlacchi la scorsa settimana, gli amanti della pagina di Steinbeck si sono ritrovati al multisala dell’acropoli per assistere al capolavoro cinematografico di Elia Kazan, interpretato dal “bello e dannato” James Dean.

Una fortunata occasione per (ri)vedere un film di 64 anni fa che mantiene uno smalto ineccepibile. Non è un caso che in sala Visconti fossero convenuti i perugini amanti dello spettacolo cinematografico e teatrale.

Sold out introdotto dalla brava Bianca Maria Ragni, in rappresentanza dello Stabile che ha coprodotto il lavoro di Latella. Bianca Maria è figlia d’arte: i genitori Sergio Ragni, intellettuale e regista di rango, e la madre Eleonora Mosconi, attrice e docente, l’hanno iniziata ai segreti del palcoscenico e dello schermo. Tanto che è ormai considerata una vera esperta del mondo e della cultura teatrale.

Bianca Maria ha ricordato il successo di Steinbechk le cui opere vengono proposte in versione drammaturgica.

Dopo “La valle dell’Eden”, il circuito dello Stabile propone al Teatro della Concordia di Marsciano uno spettacolo con Massimo Popolizio, tratto da “Furore”, il capolavoro già voltato in pellicola da John Ford e vincitore di un Oscar.

Se l’opera di Steinbeck è ancora così attuale, qualche buona ragione deve pur esserci. Anche “Uomini e topi” fu tradotto il film nel 1992. Perché non pensare a una trasposizione teatrale?

Nota positiva. Gli spettatori del Morlacchi, esibendo il biglietto, hanno potuto godere di una riduzione sul costo dell’ingresso. Una interazione che proponiamo di ripetere, in nome della vicinanza tra cinema e teatro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Mariano Di Vaio, l'influencer-imprenditore che fattura milioni: nuova sede a Perugia

  • Incidente sulla E45, tir si ribalta e blocca la strada: un ferito, traffico bloccato

Torna su
PerugiaToday è in caricamento