menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Palio di Perugia a tutta velocità: la magica lezione di Cardini su Braccio

L'appuntamento culturale, fortemente voluto dall'assessore Teresa Severini, con un grande nome della ricerca storica è previsto per il 22 febbraio. Nel fine settimana il torneo di spada medievale

Il Palio di Perugia, dopo il successo di iscrizioni dei giorni scorsi alla Rocca Paolina, continua a seminare eventi in vista della competizione di giugno. L'appuntamento culturale, fortemente voluto dall'assessore Teresa Severini, con un grande nome della ricerca storica è previsto per il 22 febbraio:  alle 17,30, infatti, l’Aula Magna dell’Università per Stranieri di Perugia ospita le lectio magistralis dello storico ed esperto medievista Franco Cardini su Braccio da Montone e il suo tempo. Un’occasione per inquadrare la figura di Braccio Fortebracci nel panorama della civiltà italiana ed europea del primo Quattrocento e fare ancora più luce sulle fondamenta storiche e culturali di Perugia 1416.

Il 20 e 21 febbraio invece la Sala della Cannoniera ospiterà la Terza edizione del “Torneo di scherma 
medievale a squadre” organizzato dalla Sala d'Arme Achille Marozzo, centro di studi e applicazione delle antiche arti marziali storiche, con oltre 40 sedi in tutta Italia, tra cui Perugia, dove l’associazione è presente dal 2007 e tiene corsi di scherma storica nella sua sede di Montegrillo.

L’evento, che vedrà sfidarsi 12 squadre formate da 3 atleti ciascuna, provenienti da tutta Italia, è il più esclusivo Torneo HEMA (Historical European Marzial Arts) d'Italia e si articolerà nelle due giornate, offrendo anche al pubblico l’opportunità di conoscere più da vicino e di cimentarsi nelle tecniche di combattimento secondo gli insegnamenti degli antichi maestri d’arme.

I RINGRAZIAMENTI - Un sentito ringraziamento da parte dell’Amministrazione va a tutti coloro che hanno 
contribuito a far si che la giornata di sabato scorso 13 febbraio alla Rocca Paolina sia stata un primo assaggio dell’atmosfera di Perugia 1416, grazie ai costumi che sono stati portati come esempio di quelli che saranno disponibili per la manifestazione.Il grazie dell’amministrazione va, dunque, alla Sartoria Gelsi Costumi d'arte di Gualdo Tadino e alla Sartoria L'Arlecchino di Ponte Valleceppi i cui costumi erano in esposizione. 

Inoltre uno speciale ringraziamento va alle due Porte di Gualdo con la Sartoria Porta San Benedetto e la Sartoria Porta San Donato, protagoniste della sfilata delle figuranti e che hanno gentilmente permesso la prova costume anche a visitatori interessati: opportunità che sarà offerta anche dalle altre due Porte, sempre di Gualdo Tadino, nella prossima occasione di incontro. Un ringraziamento anche alla Sartoria Lemmi di Perugia, che ha fornito alcuni manichini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento