menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diritti, l'Omphalos festeggia una data storica: grande festa alla Sala dei Notari

Compie 25 anni l’Associazione Omphalos che tutela le istanze della comunità LGBT e propone un suo sportello legale. Forte di oltre 2000 tesserati e tanti collaboratori volontari

Pomeriggio in piazza della Repubblica nel gazebo, poi, ieri sera, pienone in Sala dei Notari per celebrare una triplice ricorrenza. Compie 25 anni l’Associazione Omphalos che tutela le istanze della comunità LGBT e propone un suo sportello legale. Forte di oltre 2000 tesserati e tanti collaboratori volontari.

Secondo motivo di esultanza: il 17 maggio ricorre la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. Data storica in quanto, ricordano dal palco, l’OMS ha depennato l’omosessualità dalla categoria delle malattie mentali.

Ma c’è anche  qualcosa da stigmatizzare, perché nel mondo la persecuzione continua. E come! Ad esempio in Indonesia, nella giornata dell’orgoglio gay, un tribunale condanna coppia omosessuale a 85 frustate. Mentre Amnesty International promuove una petizione per contestare il magistrato russo che ha fatto confinare in un campo ceceno alcuni omosessuali: tanto che in sala si raccolgono firme allo scopo.

Terzo motivo di festa, che colora con le tinte dell’amore la diversità, passa per lo slogan: “Ora l’Umbria è più rainbow”, in riferimento alla legge regionale contro l’omofobia. Un saluto del presidente Stefano Bucaioni e interventi di tanti associati. Si dà lettura dei discorsi del Capo dello Stato Sergio Mattarella e del presidente della Camera Laura Boldrini in materia.

Poi comincia la festa, dal titolo “Io canto per te. Voci per l’uguaglianza, III edizione”. Si esibiscono delle stupende corali, che interpretano musica contemporanea. Straordinario il coro StraNivari, una compagine che, dicono gli organizzatori, non chiede appartenenze o autodafé, ma accetta chiunque si proponga di vivere insieme l’avventura dell’amicizia e della musica.

Poi è la volta della Corale “Fra’ Giovanni da Pian di Carmine” di Magione, integrata col coro Omphalos Voices. Sotto la direzione di Sergio Briziarelli, fanno scintille. Tra le voci femminili spiccano quelle di due professioniste: Letizia Pellegrino e Federica Agostinelli, entrambe formate al nostro Conservatorio. Bello il programma di soul del Joyful Singing Choir di Marsciano che chiude la partecipata kermesse, con la direttrice coinvolgente e scatenata anche nel canto.

Una grande festa all’insegna della musica e della tolleranza. La celebrazione dell’amore senza confini e pregiudizi. Perché l’amore è sempre un bene prezioso. In qualunque forma esso decida di esprimersi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento