rotate-mobile
Eventi

INVIATO CITTADINO Natale in casa… Santangelo

Cartulae nataliciae alla Domus Pauperum di corso Garibaldi. Mostra eccezionale aperta fino alla vigilia

Natale in casa… Santangelo. Cartulae nataliciae alla Domus Pauperum di corso Garibaldi. Mostra eccezionale aperta fino alla vigilia.

L’ha realizzata l’Associazione di quartiere Vivi il Borgo (con il patrocinio del Comune di Perugia), attingendo materiali alla ricchissima collezione di Adriano Piazzoli, inesauribile fonte di documenti e testimonianze del passato. 

Oltre 300 cartoline, articolate in 20 pannelli tematici o divisi per autore.

Storia, etnografia, pietà popolare, iconografia, collezionismo… ricondotti ad unità. A far capo dalla prima cartolina britannica natalizia ottocentesca (1843) fino agli anni Cinquanta del Novecento, con autori quali Tito Corbella e Aurelio Bertiglia, illustratrici di rango come Fanny Giuntoli e Hannes Petersen. 

Temi a carattere religioso, paesaggi, bambini, editori di settore.

Il tutto a cura di Martina Barro, Cristiana Palma, Maat Petrelli, Gabriele De Veris e Adriano Piazzoli. Il quale ha conferito tutto il materiale e si è riservato lo sfizio di includere anche una ricca sezione di periodici illustrati, per bambini e non solo, che fanno capo al 1870 e giungono agli anni Sessanta del Secolo Breve. Selezione speciale di segmenti cronologici dal 1900 al 1929, dal 1930 al 1940.

Rarissime chicche come la cartolina che effigia l’angioletto col braccio alzato al saluto romano, la serie dedicata ai fidanzati, presepi, Madonna con Bambino, bambini e animali, bambini e sport, pupazzo di neve, bambini e giocattoli, paesaggi.

FOTO - Perugia, Natale in casa... Santangelo

P.S. INIZIATIVA OPEN AIR. A coronamento dell’iniziativa al chiuso, una bella proposta lungo corso Garibaldi. Martina e i suoi hanno fatto realizzare manifesti formato 100*70 delle dieci cartoline più suggestive. Hanno affisso le riproduzioni lungo il Borgo, specie nella parte alta, sopra la piazza Lupattelli. Ossia dove il rione mostra segni di degrado o di minor appeal. I manifesti stanno sopra serrande e porte di negozi e fondi in disarmo. Un modo che non vale semplicemente a coprire le brutture, ma ha lo scopo di ingentilire, donando un’immagine positiva, aperta alla speranza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Natale in casa… Santangelo

PerugiaToday è in caricamento