menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto ricordo di complici del libro, schierati sulla barca del Museo della Pesca di San Feliciano

Foto ricordo di complici del libro, schierati sulla barca del Museo della Pesca di San Feliciano

Il Museo della Pesca di San Feliciano si anima fra Fabula, storia, cultura naturalistica e antropologia lacustre

L’autore di questa favola per grandi – da raccontare ai bambini  o da leggere con loro – è Marco Pareti, fiero sostenitore e amante del Lago di Perugia, come in antico si definiva il Trasimeno

Il Museo della Pesca di San Feliciano si anima con la presentazione del volume “Le avventure di Borgo Gioioso”, tra affabulazione e antropologia lacustre. L’autore di questa favola per grandi – da raccontare ai bambini  o da leggere con loro – è Marco Pareti, fiero sostenitore e amante del Lago di Perugia, come in antico si definiva il Trasimeno. Lo abbiamo conosciuto, oltre che come animatore del progetto di ricostruzione del barchino incendiato davanti al Museo, anche in veste di curatore della mostra fotografica sugli antichi mestieri del Lago (andate a vederla, perderla sarebbe colpevole!).

Con la complicità dell’illustratrice Sara Belia, Marco ha realizzato un capolavoro la cui eco si sta diffondendo a macchia d’olio. Il volume, intanto, è bilingue: italiano e inglese. Il carattere  ad alta leggibilità (fornito da Biancoenero) ne fa un utilissimo supporto didattico (chiaro anche per i dislessici). La vocazione “educativa”  (oltre che dal contenuto) è rafforzata dalla grafica curatissima di Rosanna Milone e dall’impaginazione professionale di Jessica Cardaioli.

Preziosa la consulenza storica di Ermanno Gambini, responsabile scientifico del Museo, anima dell’Alli (Atlante Linguistico dei Laghi Italiani) e principe tra gli allievi dell’indimenticabile dialettologo magionese Giovanni Moretti. Il libro – oltre la fiaba tra ecologia ed “inventio” – si propone come un autentico progetto di formazione naturalistica, storica e antropologica.

Mentre il racconto si dipana fra personaggi allusivi e simbolici, le note a fine sezione raccontano un mondo ricco di informazioni a vasto raggio: personaggi, eventi, cucina, etnologia, storia, tipologia di pesci e di pesca, mestieri, prodotti e alimenti, arte. Insomma, pare che in questo libro non manchi niente per farne un must di letteratura trasversale agli interessi e alle generazioni.

Per le note linguistiche e la presentazione è stata chiesta la collaborazione dell’Inviato Cittadino di Perugia Today. Per la politica, hanno portato il saluto il sindaco di Magione Giacomo Chiodini e il presidente del Consiglio comunale, Vanni Ruggeri. Per l’aspetto storico scientifico è intervenuto Ermanno Gambini. Sara Belia ha spiegato modalità e linee operative del suo lavoro di illustratrice. Michele Chierico, solerte indagatore dei personaggi del Lago, ha testimoniato apprezzamento. Rosanna Milone ha moderato con discrezione e competenza.

Uno spiritoso filmato di Stefano Fasi, intriso di amicizia e autoironia, ha costituito il sale di una presentazione, qualificabile come evento di forte appeal culturale e mediatico, capace di dare lustro alla storia e alle risorse del Trasimeno, nella splendida cornice documentaria del Museo. La presenza di pubblico è stata così massiccia da creare la fila fino al piazzale: segno di un interesse sentito e ampiamente giustificato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento