Seduzioni d'Egitto, la mostra per conoscere da vicino la grandezza e il fascino del mondo dei faraoni

Una mostra che mette sotto i riflettori la civiltà egizia e ha l’indubbio merito di presentare gli interessanti reperti conservati nel museo archeologico

Il faraone Seti I Menmaatra

S’inaugura stamani al Manu una mostra che mette sotto i riflettori la civiltà egizia e ha l’indubbio merito di presentare gli interessanti reperti conservati nel nostro glorioso museo archeologico. Pochi sanno della presenza di queste testimonianze afferenti al mondo dei faraoni. Ma non è priva d’interesse l’occasione offerta ai visitatori e agli stessi frequentatori abituali che poco o nulla sapevano di queste risorse.

Il titolo dell’evento è, appunto, “Seduzioni d’Egitto, materiali egizi dalla collezione del MANU”. La curatela fa capo alla stagista Maddalena Scattini, orientalista (della Scuola interattiva di specializzazione in Beni archeologici delle Università di Trieste, Udine, Venezia), che ha strettamente collaborato con la direttrice Luana Cenciaioli.

L’esposizione propone reperti collocabili cronologicamente tra il Nuovo Regno (momento di massima espansione dell'influenza egizia, dal 1552 a.C. al 1069 a.C.) e il periodo romano (a partire dal 30 a.C.). I materiali provengono prevalentemente dall’area di Luxor.

Ma di che si tratta? Sono amuleti apotropaici (ossia aventi lo scopo di allontanare le disgrazie) di diverso materiale: statuette in lega di rame, modellini di servitori o lo stesso alter ego del defunto. I materiali sono conservati in deliziose scatole lignee a forma di santuari. Tra gli oggetti di maggiore interesse figura lo shabti (“colui che è presente, che risponde all’appello”) del faraone Seti I Menmaatra (foto). L’Inviato Cittadino coglie l’occasione per elogiare la direzione e segnala come meritoria l’attività di costruzione di profili professionali a favore di tanti giovani, consentendo loro di trovare al Manu occasioni di crescita e di opportunità formative.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • Università di Perugia, premio alla miglior tesi di laurea: ecco la vincitrice

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Cancella la striscia continua con pennello e vernice: "Ero stanco di fare il giro lungo per rientrare a casa"

  • Tragico incidente con il furgone, muore a 58 anni: addio a Luca

Torna su
PerugiaToday è in caricamento