menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Sansalù la storia di un burattino che divenne bambino

Grande mostra di Pierantonio Bartoloni sul Pinocchio di Collodi, ospitata nello spazio espositivo e studio d’arte di Sandra Salucci

C’era una volta (e ci sarà ancora), al Sansalù, la storia di un burattino di legno che divenne bambino in carne e ossa. Grande mostra di Pierantonio Bartoloni sul Pinocchio di Collodi, ospitata nello spazio espositivo e studio d’arte di Sandra Salucci, al civico 84 di corso Bersaglieri.

La storia, che ha appassionato generazioni di bambini (anche se il testo è rivolto pure a un target adulto), ha ispirato Bartoloni che già fu ospite della Salucci al Borgo Sant’Antonio con una mostra precedente di grande successo.

Dopo il Pinocchio televisivo di Comencini, quello cinematografico di Benigni e l’ultimo, di Matteo Garrone, sugli schermi in questi giorni, Bartoloni propone la propria interpretazione di questo che è unanimemente riconosciuto come “Bildungsroman”, ossia come “romanzo di formazione” per eccellenza.

Ma, oltre alle interpretazioni ideologiche (massonica, cattolica, antropologica, sociologica) è interessante vedere quella pittorica. Ne sa qualcosa l’Inviato Cittadino che per il suo “Pinocchio m perugino” si è avvalso della grafica elegante e irrituale di Claudio Ferracci.

Bartoloni accetta la sfida di cimentarsi nell’agone con altri illustri disegnatori come Chiostri, Mussino, Innocenti e Frezzato.

Ne escono tavole raffinatissime e accurate che raccontano gli step fondamentali della vicenda, dalla nascita alla metamorfosi, passando per i passaggi più avventurosi e vitali.

La mostra ha ottenuto un successo tale che si è pensato di riproporla a breve in occasione delle iniziative per la festa di S. Antonio abate. Confesso che mi è molto piaciuta. Anche per certe tavole monocromatiche, come quella, in verde, della martellata al Grillo o quella, in blu, del cetaceo (che poi nel testo è un pescecane).

Originalissima la figura di Pinocchio (foto), rappresentato come il leonardesco uomo vitruviano: un’intuizione e una citazione semplicemente geniali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento