Mercoledì, 28 Luglio 2021
Eventi

La Proloco di Civitella d'Arna celebra il primo quarto di secolo di attività con uno straordinario concerto

Titolo dell’evento “Cogli la prima mela. Storie di vita, storie d’amore”

Paolo Ficola davanti a un suo scatto esposto nella mostra a Civitella

La Proloco di Civitella d’Arna celebra il primo quarto secolo di vita: 1994-2019. Alla ricorrenza sono ovviamente legati dei festeggiamenti che si aprono con un concerto, in programma venerdì 18 gennaio alle ore 21, eseguito da un gruppo di eccellenti musicisti umbri, nella storica chiesa di San Lorenzo.

Titolo dell’evento “Cogli la prima mela. Storie di vita, storie d’amore”. Non è un caso che il titolo richiami quello di un celebre pezzo di Angelo Branduardi, che aprì la strada a innovative sperimentazioni musicali.

I musicisti di vaglia sono Paolo Mela (canto e chitarra), Sandro Paradisi (fisarmonica), Leonardo Ramadori (percussioni). Brani distanti le mille miglia dal solito zumpappà: infatti le musiche sono di Fabrizio De Andrè, Vinicio Capossela, Leonard Cohen, Ivano Fossati, Astor Piazzolla. Il concerto sarà seguito dall’offerta di un momento conviviale che, secondo la tradizione arnense, sarà al livello del concerto.

Altre iniziative sono in programma in primavera per celebrare degnamento questo importante traguardo. Lo promette il mitico presidente Lamberto Salvatori, colui che ha saputo dare una riconosciuta qualità a una Festa che eccede i limiti angusti (gastronomia e ballo) delle solite Sagre. A Civitella è infatti possibile fruire di incontri di arte e cultura, storia e folclore, dialetto perugino e tradizioni identitarie, che collocano questa iniziativa a un livello decisamente di spicco nel panorama delle feste paesane. Basti citare, fra le iniziative della Festa 2018, la grande mostra del fotografo Paolo Ficola che attirò visitatori da tutta la regione. Il concerto è offerto a ingresso libero e gradito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Proloco di Civitella d'Arna celebra il primo quarto di secolo di attività con uno straordinario concerto

PerugiaToday è in caricamento