Arte e vino, quando MaMo incontra il Rubesco Magnum 2017 Lungarotti

Una mostra con sedici opere dell'artista perugino ai musei di Torgiano

Il vino e l’arte costituiscono un legame antico. Un rapporto che si alimenta nello scambio continuo, tra coppe e vasi con decorazioni, tra dipinti di convivi e festeggiamenti con il vino. Mamo e il Rubesco proseguono su questa linea tracciata dalle mani dell’uomo, che si artista o mastro vinaio.

La mostra MUVIT MaMo MOO è, quindi, un filo rosso steso tra arte e vino, “un vivace dialogo di continuità e contrasto con le collezioni di arti decorative dei Musei Lungarotti” e l’artista perugino Massimiliano MaMo Donnari. L’evento sarà anche l’occasione per presentare l’etichetta in edizione limitata di Rubesco Magnum 2017.

MaMo è (ormai) un artista affermato, che ha scalato tutte le posizioni dell’arte figurativa locale e non solo. È un artista a cui piace investigare la realtà per ritrarla nelle sue opere, dove ogni particolare è al suo posto, messo lì con ragione. Da imprenditore MaMo pianifica, formula strategie e arriva al risultato finale.

La mostra si snoda tra sedici opere particolari, così come ci ha abituato in questi anni MaMo: da Space General E.T. che sorvola le antiche anfore vinarie (opera da cui è tratto Wine General, immagine ufficiale della mostra nonché soggetto privilegiato per l’etichetta in edizione limitata di Rubesco Magnum 2017) alla Fashion Queen che sovrintende alla vinificazione, passando attraverso il genio di Leonardo e della Gioconda, ancora i Beatles, Pietro Vannucci detto il Perugino e Louis Armstrong, la serie dei Generali (GeneraLEGO, Il generale della musica 2.0, Generale Chili Pepper) che fanno capolino tra le macine olearie e “Il Pirata emblematicamente esposto accanto della nave oneraria con carico oleario”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Curata dalla Fondazione Lungarotti, sarà aperta al pubblico dal 23 novembre 2019 al 12 gennaio 2020 (vernissage venerdì 22 novembre, ore 18) ed è realizzata in collaborazione con la Cantina Lungarotti e Banca Generali con il patrocinio del Comune di Torgiano. Una ulteriore selezione di opere di Massimiliano MaMo Donnari sarà esposta, in contemporanea, presso la sede di Banca Generali - via Pontani 39, Perugia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara-Perugia 2-1, al posto di Oddo parla Goretti che accusa: "Sottil antisportivo"

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Questo matrimonio non si deve fare, intervengono i Carabinieri e sventano le nozze combinate

  • Coronavirus in Umbria, quattro bambini positivi: "Tutti asintomatici e in isolamento"

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 13 agosto: sette nuovi positivi e un nuovo ricoverato in ospedale

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 agosto: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento