Festival delle Corrispondenze, Uto Ughi e Toni Capuozzo: il programma

Il Maestro si racconta in piazza. Alle 18 Toni Capuozzo presenta Lettere da un Paese chiuso, storie dall'Italia del Coronavirus

Al Festival delle Corrispondenze è il giorno di Uto Ughi, il violinista di fama internazionale, considerato uno dei massimi esponenti della scuola violinistica italiana. Talento assoluto, debuttò a soli sette anni al Teatro Lirico di Milano, imponendosi subito all'attenzione della critica e del pubblico come uno straordinario musicista. Il violinista si racconterà, alle ore 21.30 in Piazzetta Sant'Andrea, in un incontro dal titolo Quel diavolo di un trillo, note della mia vita.
Conversazione su musica, cultura, arte e corrispondenze. Dialoga con il Maestro Angelo Angelastro, caporedattore del TG1. Previsto un intervento musicale, in collaborazione con il Green Music Festival, di: Francesco Mazzonetto, pianoforte; Andrea Tamburelli, pianoforte e Indro Borreani, violino. Altro momento atteso è quello delle 18 in Piazzetta Sant’Andrea con Lettere dal paese chiuso. Ne parlerà l’autore, Toni Capuozzo, giornalista e scrittore, in collegamento Skype. Presente Fausto Biloslavo, giornalista inviato di guerra.

Come spiega Vanni Ruggeri, Assessore alla Cultura del Comune di Magione: “Con il nostro festival portiamo il dibattito nelle piazza, tra la gente, in sicurezza. Da sempre la nostra idea è stata quella di essere un luogo di riflessione e analisi, ma non in una versione “chiusa” per studiosi e addetti ai lavori. Questo è un salotto contemporaneo che parla a tutti. Lavoriamo ogni anno e costruiamo il programma e gli interventi cercando di fornire strumenti e storie in grado di aiutarci ad interpretare il mondo e noi stessi. In un momento storico in cui la velocità delle comunicazioni e delle nostre interazioni ci impone ritmi serrati e opinioni preconfezionate, pensiamo che momenti aperti e liberi di dibattito siano più che mai necessari. Le location – Piazzetta Sant’Andrea e Villa Aganoor – ci consentono di svolgere tutto in sicurezza e al meglio; inoltre l’intero programma verrà trasmesso in streaming sulle piattaforme social del Festival. L’unico aspetto di cui abbiamo dovuto far a meno è stato quello conviviale, gestito negli anni passati dalla Proloco di Monte del Lago che ci ha comunque fornito un ottimo supporto nell’organizzazione”.

Il sabato delle Corrispondenze comincia alle 10.30 con una passeggiata lungo le vie e le piazze di Monte de Lago alla scoperta di vite e storie attraverso le lettere. Attività realizzata in collaborazione con il Laboratorio teatrale del Martedì per la regia di Maurilio Breccolenti. Sempre in mattinata, alle 11, “Corrispondenze con il diavolo: il patto di Gilles de Rais, l’uomo dalla barba blu” con Marina Monsano, professoressa ordinaria di Storia medievale presso il Dipartimento di civiltà antiche e moderne, Università di Messina. Il pomeriggio si apre con “Prima e dopo l’Unità d’Italia. Corrispondenze ad illustri letterati”. Intervengono: Valter Biscotti, Commissario dell’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea; Giacomo Chiodini, Sindaco di Magione; Mario Tosti, Presidente dell’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea; Alberto Sorbini, Isuc. Sessioni su letteratura e autobiografia nell’epistolario di Giacomo Leopardi con Fabio Magro, Università degli Studi di Padova. La cucina di Pellegrino Artusi nella sua corrispondenza fra fiaba e realtà con Alberto Capatti, direttore scientifico Casa Artusi. Le più belle lettere a Edmondo De Amicis con Diego Divano, curatore dei cataloghi dell’archivio e della biblioteca di Edmondo De Amicis. Lettere a Collodi con Pier Francesco Bernacchi, presidente Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Alle 18.30: Lettere di Modigliani, presentazione del libro di Elena Pontiggia. Alle 19.30 è il momento de reading teatrale, “Senza parole, Piccolo dizionario per salvare la nostra lingua” con il linguista Massimo Arcangeli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito, su prenotazione telefonica (o tramite whatsapp) al numero 335 6871130 e si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti covid. Programma completo su: www.festivaldellecorrispondenze.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • IMPORTANTE E' stato ritrovato a Perugia un Gatto del Bengala: si cerca il proprietario

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • INVIATO CITTADINO Perugia, città (ab)usata senza ritegno… nell’indifferenza generale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento