menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Domus Pauperum della Mercanzia, sotto i riflettori la seconda edizione del “Svastica, simbolo sacro universale” di Costanza Bondi

L'intervento dell'autrice si è dipanato sul discorso alla base dei propri studi, che l'hanno portata alla pubblicazione di ben tre libri in tema: “Alfabestoria”, “Archetipi Alfabetici” e, appunto, “Svastica, simbolo sacro universale”

Domus Pauperum della Mercanzia. Una conferenza, più che una presentazione libraria. Preceduta da un intervento del medievista Franco Mezzanotte che non ha mancato di illustrare la storia del luogo, sede dell’evento.

A parlare del simbolo dello svastica, per quanto riguarda la sua valenza solare, il critico e storico dell’arte Andrea Baffoni che ha illustrato la ricerca sulla Luce e sul tema del Sole - al femminile - come suggerito dal prefatore Donato Loscalzo. L’excursus ha riguardato la pittura europea tra fine Ottocento e primo ventennio del ’900.

È, appunto, l'Arte del Novecento a riappropriarsi dell'astrazione simbolica archetipica. Nel senso che, il simbolo sacro universale dello svastica (nelle varianti: figurato, concreto, astratto) è da sempre presente nella storia con tali sue caratteristiche, ma diviene presenza immanente, seppur sottesa, nella figurazione artistica dall'800 ad oggi.

L'intervento dell'autrice si è dipanato sul discorso alla base dei propri studi, che l'hanno portata alla pubblicazione di ben tre libri in tema: “Alfabestoria”, “Archetipi Alfabetici” e, appunto, “Svastica, simbolo sacro universale”.

Universalità che discende forse da una civiltà madre primigenia dalla quale originano le diverse culture del globo, attraverso la trasmissione di miti, religioni, leggende. Circostanza che ha portato l'uomo, sin dagli albori del consesso umano, a riprodurre gli stessi, o analoghi, simboli in tutto il pianeta. 

Pubblico numeroso e interessato. Evento legato alla seconda edizione, riveduta e ampliata, del volume. Numerosi i membri dell’Associazione Umbria Grecia "Alarico Silvestri". I quali hanno volentieri risposto all’invito della loro presidente: l’antichista Teresa Vizzani che si è vivamente compiaciuta del lusinghiero successo registrato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento