“Perugia, Italia, Mondo La storia irriverente di Franco Venanti”: i primi personaggi

È in libreria un’opera, fra testi e immagini, che mette in sinergia Sandro Allegrini e Franco Venanti, pictor optimus, protagonista e storico testimone di sentita peruginità

“Perugia, Italia, Mondo. La storia irriverente di Franco Venanti”. È in libreria un’opera, fra testi e immagini, che mette in sinergia Franco Venanti, pictor optimus, protagonista e storico testimone di sentita peruginità, con Sandro Allegrini, nostro Inviato Cittadino, appassionato osservatore-narratore di quanto accade fra i travertini della Vetusta.

Un libro che raccoglie il meglio della satira per immagini, prodotta da Venanti in molti decenni di grafica, con l’aggiunta di spigolature e ironie di palpitante attualità.

Il tutto accompagnato dalle riflessioni di Allegrini che di Venanti è sodale e persuaso estimatore. “Abbiamo voluto fare un libro da collezione: carta speciale, edizione pregiata, contenuti esaustivi”, dice l’editore Gianluca Galli. Che aggiunge: “Franco Venanti, matita puntuta, non ha avuto esitazioni a ironizzare su se stesso, rappresentandosi in copertina incappottato, incappellato, proprio come è solito affrontare la tramontana perugina che taglia la faccia. Senza dimenticare che sul giornale “La Tramontana” uscirono alcune delle più belle caricature, riportate nel libro insieme alle nuove”.

Il volume è uscito dai torchi con una fama che lo precede. Sono in molti a chiedersi “ci sarò, o non ci sarò?”, specie fra i personaggi che contano.

Possiamo sin d’ora anticipare che nel volume è effigiato, come scrive Allegrini, “un campionario di varia umanità: matti e balordi, borghesi e barboni, idealisti e opportunisti, sfaccendati e faccendieri, poveracci e autorità, goliardi e rettori, pacifisti e rissosi, giornalisti e giornalai, potenti e camerieri, eroi e pavidi, potenti e prepotenti, registi e interpreti… tutti attori che si muovono nel palcoscenico della Vetusta, fra l’acropoli e i borghi, fra i palazzi del potere e le miserabili casupole. In una dimensione a tutto tondo e senza pregiudizi, né pelose indulgenze verso nessuno”.

Per concludere: “Una bella lezione di storia. Se è vero che la microstoria degli individui consente di scrivere la macrostoria delle comunità, locali, nazionali e internazionali”.

Il libro è articolato in cinque sezioni: Donnine allegre e beoni, Personaggi tipici perugini, La politica locale, La politica nazionale, La politica internazionale. Ciascuna partizione è preceduta da un inquadramento, poi declinato nel dettaglio in relazione ai singoli personaggi. Secondo lo schema che pone a fronte caricatura e testo, su pagine affiancate. Chi sono i personaggi effigiati?

Ricordiamo quelli della politica locale, nazionale e internazionale.

Politica locale: Franco Asciutti, Fiammetta e Marzio Modena, Gianfranco Ciaurro, Roberto Ciccone, Silvano Rometti, Giovanna Chiuini, Ada Girolamini, Renato Locchi, Giuliano Cerulli, Gianfranco Mincigrucci, Galli e Gallinella.

Politica e cultura nazionale: Piero Fassino, Massimo D’Alema, Elsa Fornero, Matteo Renzi, Matteo Salvini, Silvio Berlusconi, Luigi Di Maio, Ada Spadoni Urbani, Luisa Todini, Pietro Laffranco, Giuliano Mancinelli, Marco Pannella, Emma Bonino, Walter Veltroni, Francesco Saverio Borrelli, Roberto Benigni, Giuliano Urbani, Giulio Andreotti, Romano Prodi, Antonio Di Pietro, Danilo Toninelli, Giuseppe Conte, Guy Verhofstadt, Giovanni Tria.

Politica internazionale: Bill Clinton, Adolf Hitler, Stalin, Angela Merkel, François Hollande, Prelati pedofili, Fidel Castro, Papa Woytila, Rohani.

Numerosissimi i personaggi perugini di ieri e di oggi, fra donnine compiacenti, ubriaconi, tipi strani. 

Scrive Allegrini: “Insieme a Venanti, si può pensare in grande. E “in grande” significa “senza riserve e nella massima libertà artistica e intellettuale”. O, come ha scritto Nietzsche, “con cinismo ed innocenza”. Perché in questo libro ce n’è per tutti! Senza timori o ipocrisie, ignorando camarille o convenienze, per concludere (col grande Claudio Spinelli) “Che si ’sta cosa ta qualcun’je scoccia / peggio per lu’…: se la pierà ’n saccoccia”. 

Potrebbe interessarti

  • "Il paradiso delle signore", l'attore umbro Giordano Petri nella nuova stagione della fiction di Rai Uno

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Sigaretta addio: come smettere di fumare e perché conviene farlo

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Concorsone del Mibac, 1052 assunzioni a tempo indeterminato: le materie d'esame, i requisiti e come fare domanda

  • Tragedia in vacanza, umbro muore in spiaggia a San Benedetto del Tronto

  • Il Ministero dei Beni Culturali assume, 1052 posti di lavoro: il bando del concorsone

  • Caos graduatorie, il ministero dell'Istruzione: "Problemi solo per la Primaria, per la Secondaria ruoli assegnati"

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento