Domenica, 21 Luglio 2024
Eventi

L’attrice Isabella Giovagnoni propone alla città una splendida Passione popolare in lingua perugina

L’attrice Isabella Giovagnoni propone alla città una splendida “Passione” popolare in lingua perugina. La cantava, fino ai primi anni Cinquanta del secolo scorso, Erminia Calzoni Bovini (1862-1953), un’anziana donna di campagna, in località Montecapanno di Bosco (Perugia). L’ha salvata dalla dispersione Giuliano Bastianelli di Ripa, appassionato raccoglitore di documenti d’oralità di cultura popolare nel territorio arnense. Il testo è stato pubblicato nel volume dell’Accademia del Dónca “Perugia e l su dialetto… n amor da faje l vèrzo”.

Si tratta di una Lauda in stile jacoponiano espressa nella lingua rustica del contado.

La prima esecuzione pubblica fu offerta in cattedrale su iniziativa del Dónca, convintamente assecondata dall’arciprete dei canonici, il teologo-filosofo monsignor Fausto Sciurpa.

Con accenti a forte impatto drammatico, la Madonna rievoca gli atti preparatori alla Crocefissione: l’approntamento della corona di spine e dei chiodi, l’appello a Giovanni, esprimendo il dolore di madre.

L’epilogo recita: “Cussì finisce la Santa Passione / si fusse più lunga ve la dirìa / nel nome di Gesù e di Maria”.

Un momento di forte intensità, che ha commosso i presenti all’evento tenutosi all’ex Borsa Merci di via Mazzini. Nel quadro di un’iniziativa benefica, perfettamente in linea coi valori e le sensibilità legate alle festività pasquali.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’attrice Isabella Giovagnoni propone alla città una splendida Passione popolare in lingua perugina
PerugiaToday è in caricamento