menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La studiosa Carla Spadoni, epigrafista e storica

La studiosa Carla Spadoni, epigrafista e storica

LETTI PER VOI È uscito il numero 30 della Nuova Serie dei Supplementa Italica… per dire una parola definitiva sulle epigrafi del territorio perugino

La presentazione è a cura di Maria Letizia Lazzarini e Gian Luca Gregori. I Supplementa della Regio VII. Etruria. Perusia – Ager perusinus sono frutto del lavoro di Maria Carla Spadoni, Luana Cenciaioli e Lucio Benedetti

È uscito il numero 30 della Nuova Serie dei Supplementa Italica… per dire una parola definitiva sulle epigrafi perugine (Edizioni Quasar, pagine 330, 46 euro). La presentazione è a cura di Maria Letizia Lazzarini e Gian Luca Gregori. I Supplementa della Regio VII. Etruria. Perusia – Ager perusinus sono frutto del lavoro di Maria Carla Spadoni, Luana Cenciaioli e Lucio Benedetti

La Regio VII augustea (Etruria) era poco rappresentata nei Supplementa italica. Oltretutto, nel libro è contenuta un’aggiornatissima rassegna dello stato dell’arte della ricerca archeologica nel territorio perugino. E ciò lo rende digeribile anche a persone di cultura non specialistica.

Ricordiamo che era stato effettuato da Lucio Benedetti lo studio sulle “glandes perusinae”, ovvero sui proiettili del Bellum, marcati da scritte provocatorie e oscene. Ci sono testi riediti, ma anche inediti, dovuti all’impegno della Spadoni, protrattosi ben oltre il pensionamento accademico.

L’ager perusinus viene sviscerato in maniera puntuale e rigorosa. La parte comodamente fruibile anche dal lettore generalista si dipana a far capo dalla pagina 214, quando la storia, la descrizione e l’iscrizione medesima sono accompagnate da immagini. Molte delle quali si riferiscono a reperti recentemente restaurati da Adamo Scaleggi e visibili nel lapidario del Manu. Ve ne sono di meno conosciute, ma anche di ultrapopolari, come il “Colonia Vibia” dell’Arco Etrusco o della Porta Marzia, quelle dell’Arco della Mandorla o della stele di spoglio incastonata nella vecchia chiesetta di San Sisto. Per non parlare di urnette cinerarie in travertino di ampia notorietà. Il libro rimuove errori stratificati nel tempo e mette una parola definitiva sul nostro patrimonio scrittorio lapideo.

In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento