Eventi

Laura Chiatti, all’Auditorium Capitini, per rendere omaggio a Cinzia Genderian e per il Comitato Chianelli

Laura Chiatti, all’Auditorium Capitini, rende omaggio a Cinzia Genderian, sua insegnante di canto, e promuove le iniziative del Comitato per la Vita Daniele Chianelli. Laura ricorda quando, a soli dieci anni, prendeva lezioni di canto da Cinzia per coronare un sogno di bambina. Poi il percorso da modella e il boom cinematografico. Sono ormai molti anni che l’attrice magionese sostiene con la sua presenza mediatica, e con la propria vicinanza spirituale, il Comitato Chianelli. Questa della solidarietà costituisce per lei un’abitudine consolidata. 

Con lei l’attrice Giovanna Rei, divenuta ormai amica, ragazza bella e di buon cuore. Laura è venuta coi bambini, rimasti in camerino, mentre è salita sul palco come testimonial di una giusta causa. L’oncologia pediatrica è ormai una nostra eccellenza: lo attestano i successi documentati. Come lo è la struttura, voluta dai coniugi Franco Chianelli e Luciana Cardinali, a sostegno dei familiari delle persone colpite da un male molto serio. Sta infatti per partire la costruzione di un secondo lotto che, oltre ai miniappartamenti per i familiari, comprenderà nido e scuola dell’infanzia e, novità assoluta, un nido “bianco”, ossia un luogo dove gli anziani potranno trovare assistenza e compagnia.

L’organizzazione dell’evento al Capitini è stata supportata dalla figlia di Cinzia, Flavia Arbonelli, che si dedica anima e corpo ad aiutare il Chianelli, anche in forza di un’esperienza che le ha permesso di conoscerne la qualità. È il terzo anno consecutivo che madre e figlia montano questo ambaradan di spettacolo “A Natale puoi”. Facendo il pieno di amici e supporter, fra i quali i Lions e Adriana Galgano, sempre presente.

Lo spettacolo – presentato da Daniela Rinaldi – si dipana in modo gradevole, con presenze qualificate, come quella di Antonio Mezzancella che in due minuti propone ben venti voci diverse. E poi tante canzoni: gli allievi di Cinzia sono strepitosi. Alcuni, sebbene giovanissimi, addirittura bambini, hanno una presenza da professionisti. Tanto balletto di bambine e ragazze della scuola di danza Scarpette Rosa (di Debora Filippucci) e la scuola Mov’it di Daniele Pieragalli. C’è pure una band strepitosa che accompagna gli altri, ma si esibisce anche in proprio, in voce e strumenti. La pennellata d’arte figurativa è costituita da una tela che rappresenta un grande cuore, donata ai coniugi Chianelli dall’artista Natino Chirico.

Da sottolineare la performance canora di Cinzia Genderian, una voce potente e raffinata, con una gamma che le consente la leggera, la lirica, il musical. Più una presenza scenica autorevole. Spettacolo nello spettacolo: la gioia della consapevolezza di adoperarsi per qualcuno che è in difficoltà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laura Chiatti, all’Auditorium Capitini, per rendere omaggio a Cinzia Genderian e per il Comitato Chianelli

PerugiaToday è in caricamento