menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scrittore innamorato del Trasimeno dedica un libro al lago, alla pesca e alle bellezze di questa terra

Presentato con successo, a Passignano, “Partire dal Trasimeno”, libro e cd di canzoni, di Angelo Maddalena

Presentato con successo, a Passignano, “Partire dal Trasimeno”, libro e cd di canzoni, di Angelo Maddalena. Un  libro che si è trasformato in una profezia. Se è vero che, a soli due mesi dalla pubblicazione, Angelo si è trasferito nella località lacustre di a San Feliciano.

Ci era venuto, per la prima volta, nel 2007, dopo avere incontrato Andrea Sedini (in arte Attilio Del Vinco) in occasione di un incontro internazionale dell’Associazione Amici di Ivan Illich, uno dei cosiddetti “descolarizzatori”, ossia un sociologo che sosteneva, tra l’altro, le devianze e i fallimenti di una scuola costruita su presupposti pedagogici errati.

Negli anni, Angelo ha cantato all’“Osteria Rosso di sera” di Federica Trovati, che ha sostenuto alcune sue produzioni (il cd “Mistico errante” e il libro di cui stiamo parlando). Nell’agosto del 2017 ha pubblicato, in autoproduzione (ed. Malanotte), “Partire dal Trasimeno” e il cd allegato. Angelo Maddalena è scrittore e cantautore, oltre che efficace affabulatore teatrale. Ma anche pittore, con speciale attitudine nella tecnica dell’acquerello.

Il ciddì include anche quattro canzoni di Attilio Del Vinco, tra le quali “La ballata del pescatore” e “Il pescatore insorto”. Lo stesso Del Vinco, dopo una laurea in ingegneria informatica, si è dato a praticare l’arte della pesca. Insomma: un libro che parla del Lago e della pesca, risultando diario, carnet de voyage, appunti, in uno stile da moderno cantastorie. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento