Eventi

INVIATO CITTADINO L’Auditorium Marianum è destinato a diventare un polo di riferimento musicale e culturale

Più che di parole, c’è bisogno di fatti. E si sa che la maniera migliore per acquistarsi prestigio sul campo è quella di offrire concerti di vaglia, ad accesso libero e gratuito

L’Auditorium Marianum è destinato a diventare un deciso polo di riferimento musicale e culturale della Vetusta. Questo un fermo obiettivo del clarinettista Guido Arbonelli, neo direttore dell’Istituto Musicale diocesano “Girolamo Frescobaldi”.

Più che di parole, c’è bisogno di fatti. E si sa che la maniera migliore per acquistarsi prestigio sul campo è quella di offrire concerti di vaglia, ad accesso libero e gratuito. Arbonelli ha dato così inizio ai Concerti della domenica. Una serie di iniziative che si dipanano alle 11:30 di ogni domenica, con qualche eccezione che si terrà di pomeriggio e perfino il sabato.

Ha cominciato alla grande, offrendo il concerto “Un’Aura amorosa”, proposto dal flautista Yuri Ciccarese e dal pianista Pierluigi Di Tella.

L’evento è stato dedicato agli artisti Mauro Tippolotti, Paolo Ballerani, Stefano Chiacchella, Chigusa Kuraishi, Fausto Minestrini, Francesco Quintaliani, Ferruccio Ramadori, Patrizio Roila e Michela Meloni. Ossia la salda compagine di pittori che ha fatto dono di una propria opera per impreziosire le aule della prestigiosa scuola di musica, sacra e… profana (ché tale è, ad esempio, lo sperimentale body percussion!).

I due artisti, preparati e generosi, hanno dato il meglio di sé, con un repertorio che ha abbracciato Mozart e Rossini, Czerny e Leoncavallo, Donizetti e Godard, Beethoven, Tchaikovsky e Popp. Tutti declinati sul versante delle arie amorose.

Ciccarese è flautista di chiara fama, vincitore di concorsi internazionali. Ha suonato alla Carnegie Hall, al Kursk Festival, a Mosca. Ma ama anche il “Rock in Frac”, eseguendo un repertorio contemporaneo di New Trolls e PFM.

Di Tella è concertista e didatta, direttore artistico del Masini di Forlì. Si è esibito in tutto il mondo con artisti ai massimi livelli. Ha collaborato, fra l’altro, col Quartetto di Cremona, con gli strumentisti del Teatro alla Scala, col Nuovo quartetto Malatestiano. Perugia è fortunata, avendolo acquisito fra i docenti del conservatorio Morlacchi.

Il concerto ha raccolto consensi entusiastici.

Prossimo appuntamento domenica alle 11:30 con “Dal Rag al classico”. In scena, il Duo Jazz Luca Parisi (clarinetto) ed Enrico Mirabassi (pianoforte). Insieme a Maria Chiara Cannelli (arpista), Natalia Benedetti, Letizia Rossi, Giammarco Santoni, Giovanni Tanzarella, Guido Arbonelli (clarinetti). Una formazione eccezionale per un appuntamento da non mancare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO L’Auditorium Marianum è destinato a diventare un polo di riferimento musicale e culturale

PerugiaToday è in caricamento