Eventi

INVIATO CITTADINO La doppia strategia invernale adottata dal comune per le fontane...è saggia!

Un modo egregio per conciliare due esigenze: estetica e sicurezza

In piazza Italia, fontane attive ma… a getto ridotto. Decisione ineccepibile quella di chiudere l’acqua alle fontane cittadine, in relazione alla possibilità di danni legati alla formazione di ghiaccio, in un momento di forte abbassamento delle temperature. È ormai divenuta una saggia precauzione di routine [(Chiuse le fontane storiche della città, provvedimento legato alla stagione più fredda (perugiatoday.it)].

Altrettanto intelligente ci sembra la scelta di non chiudere i getti delle due fontane di piazza Italia con al centro le due opere bronzee di Arturo Checchi (Sirenetta e Nipotina al sole). Come fare a contemperare la prudenza e la cura di non togliere appeal a quella storica piazza? Non chiudere le pompe, ma ridurre il getto. È bastato moderare la pressione del motore, senza ricorrere a stratagemmi di dubbia utilità. Operando, insomma, in modo tale che gli schizzi d’acqua ricadano nell’acqua a breve distanza, senza colpire il supporto lapideo e la scultura. 

Insomma: un modo egregio per conciliare due esigenze che possono ricondursi ad unità: quella estetica e quella di doverosa tutela. Senza arrecare danno a quelle opere restaurate in modo inappuntabile e ricondotte alla loro facies originaria, dopo anni in cui era impossibile riconoscerle. Una decisione, questa corrente, che piace decisamente a tutti i perugini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO La doppia strategia invernale adottata dal comune per le fontane...è saggia!

PerugiaToday è in caricamento