rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Eventi

INVIATO CITTADINO Il Circolo Bonazzi di Venanti festeggia la ricorrenza della Santa della Luce. Si rinnova la tradizione

Il Circolo Bonazzi di Venanti festeggia la ricorrenza della Santa della Luce. Si rinnova una tradizione cui il presidente, pittore eminente della neofigurazione, tiene moltissimo, proponendo ogni anno un’originale iniziativa. Quest’anno lo ha fatto in sinergia con Borgo Sant’Antonio, impreziosito dalla strada dei presepi. “Perché la luce e l’arte, con l’aiuto di Santa Lucia, ci consentono di meditare sul senso della vita”. “Infatti – aggiunge persuaso – con la luce si prende coscienza del mondo fenomenico e ci si eleva nei territori dello spirito”.

3 Accensione delle candele-2E cita la Commedia di Dante in cui Santa Lucia svolge un ruolo-guida e porta l’uomo ai sentieri che conducono all’indagine, alla conoscenza del vero, all’elevazione dello spirito. Poche parole che disvelano un animo sensibile, sempre attento e curioso della vita, della scienza, della filosofia, dell’indagine sulla condivisa avventura esistenziale. Tocca poi ai musicisti Guido Arbonelli (docente di clarinetto al Conservatorio Musicale Morlacchi e direttore della Scuola diocesana di Musica Girolamo Frescobadi) e a Maria Grazia Pittavini (soprano di rango) deliziare il palato musicale di soci e amici. Arbonelli lo fa con due assoli sulla musica di Cocciante e con uno scatenato klezmer, fusione fra canti ebraici e spirito gitano.

Poi Maria Grazia, con Guido al clarinetto e alla tastiera, propone il misticismo umbro di “Fratello Sole, sorella Luna” e i classici4 Consegna dei fiori ai musicisti-2 “Santa Lucia luntana” e “Santa Lucia”, in onore della santa. Le donne del Bonazzi (le “bonazze”, come le chiamiamo con amichevole battuta) sfilano con le candele accese nel buio della sala. Finché sembrano risuonare le ultime parole di Goethe che, al termine della vita, si volge alla finestra esclamando “Mehr Licht!” (“Più luce!”). La luce che illumina il buio del mistero di cui Franco Venanti è appassionato cultore. Come artista e come uomo. Nel nome e nel ricordo della santa che la vista protegge e onora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Il Circolo Bonazzi di Venanti festeggia la ricorrenza della Santa della Luce. Si rinnova la tradizione

PerugiaToday è in caricamento