menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

IL PERSONAGGIO Pubblicazione pesante per Paolo Ottaviani: la critica esalta il sonetto dedicato a Dante Alighieri

La poesia selezionata dentro “Via Lepsius”, sito web qualificato e selettivo

Paolo Ottaviani, poeta, compare su “Via Lepsius” con un sonetto dedicato a Dante Alighieri. Il contenitore è un sito web qualificato e selettivo che ha come mission quella di proporre “concatenazioni, connessioni, attraversamenti, visioni”. Nell’anno dantesco, il nostro poeta nursino conferma l’affetto che lo lega al padre della lingua italiano. Tanto da attingere alla sua pagina per trovare fonte limpida di poesia.

Una composizione che denota la forza di questa intensa voce poetica ben nota ai nostri lettori. Non è un caso che la composizione sia preceduta da una citazione del “De vulgari eloquentia”, a riprova del fatto che la poesia, oltre che ispirazione, è frutto di “cultura”. Dell’anima. La parola, appunto, “sublimata nel verso”. C’è tutto Dante, con la sua avventura di amore terreno e trascendente in felice sintesi. Rivissuto attraverso un’ispirazione di alta intensità.

Nel gioco dei bagliori: “L’arte del dire parole per rima / si andava componendo lentamente / tra i ruderi fecondi la tua lima/ diverse lingue vive nella mente // e più sul labbro riplasmava prima / che il ritmo o il suono muti tra la gente / la parola nel verso si sublima / incastonata in lotta contro il niente. // E dall’esile storia di un amore / nel gioco dei bagliori degli sguardi / una fanciulla che ammirasti in chiesa // e in quel soave sonno dal signore / Amore presa il tuo cuore tra dardi / di fuoco divorò per più alta ascesa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento