menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Manu e la Di Betto, in proficua sinergia, stipulano una convenzione di carattere formativo a favore dei giovani

Il Manu e la Di Betto, in proficua sinergia, stipulano una convenzione di carattere formativo. Condividendo strumenti, obiettivi e finalità. La Direzione regionale dei musei e il liceo artistico statale “Bernardino di Betto” convengono sulla necessità di formare giovani con competenze spendibili nel mondo del lavoro. È per questo che la nuova direttrice del Manu, oltre che dell’Ipogeo dei Volumni e Necropoli del Palazzone, ha concordato linee di intervento precise con Rossella Magherini, dirigente del Liceo Artistico “Bernardino di Betto”.

In tal modo, il patrimonio archeologico e culturale ospitato nei musei della Vetusta costituirà materia di studio e approfondimento rivolto alla formazione delle giovani leve. Il personale del Manu fornirà accoglienza e assistenza, utili a realizzare solide basi per percorsi formativi di rango. Dal canto suo, il liceo utilizzerà i musei e le aree archeologiche cittadine come valida palestra di orientamento al mondo del lavoro.

“I ragazzi svilupperanno idee originali e creative nel campo dell’arte, della storia, dell’archeologia, avvalendosi delle tecniche di discipline pittoriche, plastiche, del design della moda e del libro, del fumetto e dello storytelling”, ha osservato la dirigente del Di Betto. “Gli studenti dovranno innamorarsi del nostro cospicuo patrimonio culturale”, le fa eco la direttrice Maria Angela Turchetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento