Domenica, 19 Settembre 2021
Eventi

Il Circolo del Tempobono festeggia Ferragosto con l’oca arrosto della tradizione

In omaggio al detto “Ferragosto, piccione e oca arrosto”

Il Circolo del Tempobono festeggia il Ferragosto con l’oca arrosto della tradizione. In omaggio al detto “Ferragosto, piccione e oca arrosto”.

In Umbria, il ferragosto – oltre che festività di carattere liturgico – era considerato lo spartiacque dell’anno colonico, nel senso che i lavori di fondo come la mietitura erano stati archiviati. Restavano solo la vendemmia e la raccolta delle ulive.

Al pranzo in via del Cortone, dietro al Complesso conventuale di San Domenico, rigorosamente ammessi i soli soci, causa restrizioni legate alla pandemia. Per la prima volta sul Belvedere, realizzato con lavoro volontario dagli stessi soci. Sotto la frescura delle piante, per resistere al caldo asfissiante di questi giorni.

Menù classicissimo. Tagliatelle al sugo d’oca. Il secondo non poteva che essere che l’umido della carne del sugo e l’oca. E poi la porchetta, ossia l’oca arrosto ripiena, ché è la morte sua. Patate arrosto e insalata per contorno. Il dolce è stato la famosa zuppa inglese, che gli inglesi non sanno cosa sia. Per finire, cocomero come se piovesse.

Amicizia, allegria, convivialità. “Non senza un pensiero ai soci che ci hanno lasciato, come il carissimo Santino Pelliccia [Il Circolo del Tempobono piange Sante Pelliccia, mitico factotum dell’associazione (perugiatoday.it)]”, ricorda il presidente Enzo Garghella.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Circolo del Tempobono festeggia Ferragosto con l’oca arrosto della tradizione

PerugiaToday è in caricamento