Domenica, 21 Luglio 2024
Eventi

Ha preso il via dal Brufani di Perugia il Sina Chefs’ Cup Contest, gara di chef a coppie: ai fornelli Polito e Guarino

Il ristorante Collins’ ha visto la coppia di chef incantare la giuria di esperti con piatti ispirati alle terre d’origine e al passato

Si chiama Sina Chefs’ Cup Contest, ed è una competizione itinerante che ha per teatro gli alberghi del gruppo Sina Hotels, di cui è parte anche il Sina Brufani di Perugia. Proprio qui, lo scorso 3 Maggio, si è svolta la tappa umbra, la prima del tour che vede sei coppie di grandi chef protagoniste sfidandosi tra di loro. Ai dodici chef coinvolti nel contest è stato affidato il compito di interpretare il tema di questa edizione, che nello specifico riguarda il viaggio nel territorio, proponendo ricette e piatti ispirati a ricordi, emozioni, sensazioni, colori e sapori vissuti durante i loro viaggi.

Nella tappa perugina a esibirsi in coppia sono stati lo chef Giancarlo Polito della Locanda del Capitano (Montone) e lo chef Vincenzo Guarino del Castello di Postigliano (Sellano). Polito si è ispirato alla sua terra d’origine, la Puglia, e all’Umbria per la sua proposta di antipasto: fave, cime di rapa e cipolla di Cannara. “I miei piatti – ha spiegato lo chef – sono come un viaggio attraverso il quale racconto il mare verde del Salento e il cuore verde dell’Umbria”. Guarino ha raccolto il sapore del mare e il colore della terra nel suo primo piatto: riso vialone nano, pomodori gialli, gamberi rossi, burrata e camouflage di verdure. Un piatto, come ha spiegato lo stesso chef, che lo riporta indietro nel tempo quando osservava la nonna mentre cucinava il risotto al pomodoro.

La giuria della prima tappa, accolta dal general manager del Sina Brufani di Perugia, Stefano Chiesa, vedeva illustri esponenti del settore dell’enogastronomia: Marilena Badolato, dell’Accademia italiana della cucina del Centro studi territoriali dell’Umbria, Paolo Morbidoni, presidente delle Strade del vino e dell’olio dell’Umbria, e Antonio Boco, critico e giornalista enogastronomico. “I rinomati cuochi – ha commentato Chiesa – sono stati chiamati a giocare con la loro professionalità e creatività in cucina, proponendo ricette dedicate al viaggio fisico, ma anche mentale. Dopo il lungo periodo di chiusura la cucina diviene ancora una volta condivisione, viaggio e accrescimento. È ciò di cui avevamo bisogno. Questo evento è un ulteriore segnale di una ripartenza molto positiva. Abbiamo avuto tanti turisti durante queste festività, ma anche in questi giorni ospitiamo in hotel decine di turisti americani, tedeschi, francesi e ovviamente anche italiani”.

Il punteggio di valutazione rilasciato dagli esperti sui i piatti della coppia è risultato di 94 su 100. La giuria ha valutato i piatti proposti in relazione all’aderenza al tema scelto (19 su 20), alla complicità di coppia e di squadra (20 su 20), alla bontà del piatto (19 su 20), al rapporto fra qualità e prezzo (17 su 20), al valore estetico e artistico (19 su 20). Allo chef resident del ristorante Collins’ Fabian Kasmi, il compito di concludere il viaggio culinario con una personale proposta per il secondo piatto composto con capesante, asparagi, salsa beurre blanc e mizuna e il dessert a base di fragole e yuzu.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha preso il via dal Brufani di Perugia il Sina Chefs’ Cup Contest, gara di chef a coppie: ai fornelli Polito e Guarino
PerugiaToday è in caricamento