Martedì, 26 Ottobre 2021
Eventi Gubbio

Gubbio rende omaggio all'arte di Ottaviano Nelli con una mostra sul '400

Il grande artista gotico eugubino al centro di una mostra che è anche itinerario culturale nei luoghi espositivi più significativi della città

Ha preso il via lo scorso 23 settembre a Gubbio la stagione delle mostre autunnali. Per iniziare, si rende omaggio ad Ottaviano Nelli, con una mostra monografica dal titolo "Ottaviano Nelli e il '400 a Gubbio. Oro e colore nel cuore dell'Appennino”, dedicata ad uno dei massimi pittori del gotico internazionale.

Significativa la ricostruzione di un grande polittico francescano attualmente smembrato e conservato in cinque sedi tra Italia, Francia e Stati Uniti. Per la prima volta viene presentato al pubblico nella sua integrità.

L’itinerario urbano completa la scoperta di Ottaviano Nelli a Gubbio, con la visita a cicli di grandiose narrazioni. La mostra è infatti fruibile in due tra i luoghi espositivi più emblematici della città, il Palazzo Ducale e il Palazzo dei Consoli.

Riunisce le opere più importanti del pittore eugubino Ottaviano Nelli, quali polittici, anconette e affreschi strappati e al contempo propone una lettura del legame profondo dell’artista con la città e il territorio di cui fu espressione massima nel suo tempo. L’esposizione, a cura di Andrea De Marchi e Maria Rita Silvestrelli, è promossa dalla Direzione Regionale Musei Umbria, il Comune di Gubbio, Palazzo Ducale di Gubbio e Palazzo dei Consoli con il contributo della Regione Umbria, il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell'Umbria, la Diocesi di Gubbio, Gubbio Cultura e Multiservizi, il Festival del Medioevo e la Galleria Nazionale dell’Umbria. L’organizzazione è affidata a Maggioli Cultura.

La mostra sarà fvisitabile fino al 9 Gennaio 2022.

Chi è Ottaviano Nelli

Ottaviano di Martino Nelli (Gubbio, 1370 ca. – 1448-49) è l’artista più importante che la città di Gubbio abbia avuto. Formatosi nell'ambito della cultura tardogotica, seppe fondere la tradizione locale con elementi desunti dalla pittura lombarda e dalla miniatura francese, sviluppando un linguaggio personale vicino alle soluzioni di Lorenzo Salimbeni e di Gentile da Fabriano. A Gubbio, dove venne ripetutamente nominato console della città, fu a capo di un’attivissima bottega che esercitò una certa influenza in Umbria e nelle Marche. Tematica centrale della mostra, pertanto, è quel Quattrocento eugubino di cui Ottaviano Nelli fu protagonista indiscusso. Le splendide sale di Palazzo Ducale e Palazzo dei Consoli presentano alcune delle testimonianze qualitativamente più alte ed emblematiche della sua arte, con prestiti mirati provenienti da importanti istituzioni e collezioni private. La mostra si divide in due sezioni: a Palazzo Ducale “Ottaviano Nelli, pittore prezioso”, mentre a Palazzo dei Consoli è raccontato “Il lascito del Nelli a Gubbio”. Ottaviano Nelli fu soprattutto pittore di affreschi, ma si potranno ammirare anche pale d’altare e dittici di devozione individuale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gubbio rende omaggio all'arte di Ottaviano Nelli con una mostra sul '400

PerugiaToday è in caricamento