Gualdo Tadino, l'unico e inimitabile presepe "Rinascimentale" il 3 e 6 gennaio

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Gualdo Tadino
  • Quando
    Dal 03/01/2016 al 06/01/2016
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Dopo il successo dei primi due giorni, condizioni climatiche permettendo, torna il presepe vivente “Venite Adoremus” realizzato da Porta San Facondino negli orti dell'Istituto Bambin Gesù. L'appuntamento è per domani, domenica 3 gennaio, a partire dalle 17 e fino alle 19.30 presso l'istituto di via Cesare Battisti. 

Appuntamento che sarà replicato il 6 gennaio, giorno dell'Epifania, con l'ultima giornata di questa iniziativa che tanto successo ha riscosso pur essendo alla prima edizione. Già nelle giornate di Natale e Santo Stefano in tanti hanno varcato le soglie dell'istituto  per poter ammirare  “Venite Adoremus”, ispirato all’Adorazione di Domenico Veneziano. Suggestivo lo spazio illuminato dalle luci di fiaccole e fuochi, che ha proiettato i visitatori in uno spaccato di XV secolo con la natività contornata da personaggi nei tradizionali costumi dei Giochi de le Porte. Nobili e popolani hanno animato i locali ricostruiti in quella porzione del convento delle suore gualdesi.  

Per l’occasione sono stati predisposti degli spazi che richiamano mestieri artigiani della tradizione gualdese, ceramista-fabbro-falegname, ma anche una locanda, la lavorazione del formaggio e altri  che fanno da cornice alla Natività, ispirata appunto all'opera di Domenico Veneziano.

“A nome mio e della priora Elisa Paciotti, della Porta di San Facondino e delle suore dell’Istituto “Bambin Gesù”, desidero ringraziare di vero cuore tutte le persone che hanno deciso di trascorrere il pomeriggio di Natale o di S. Stefano visitando il nostro Presepe vivente “Venite Adoremus” negli orti del monastero della Capezza: l’entusiasmo di quanti vi hanno preso parte, gli apprezzamenti e la meraviglia di chi lo ha visitato, le dediche e le recensioni che ho potuto leggere nelle ultime ore, mi spingono ad un profondo senso di gratitudine verso tutti coloro che hanno decretato questo piccolo e inatteso, ma prezioso successo". 

"La nostra iniziativa – che si va ad aggiungere alle tante altre realizzate dalla Porta di San Facondino negli ultimi mesi – ha cercato di mettere in luce (è proprio il caso di dirlo!) una delle scenografie più belle e suggestive di Gualdo, un tesoro della città e per la città, che i gualdesi hanno potuto così riscoprire e apprezzare insieme a quella che giorno dopo giorno si sta confermando una vera e propria famiglia: la famiglia giallo-verde. A tutti coloro che lo hanno già visitato e a tutti coloro che non lo hanno ancora fatto, rinnovo dunque l’invito per i giorni 3 e 6 gennaio 2016 dalle 17 alle 19,30, quando il Presepio rinascimentale di San Facondino tornerà a splendere nella cornice della Capezza".  ​

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Notte europea dei Ricercatori: il 27 novembre tornerà in scena Sharper

    • Gratis
    • dal 27 novembre al 19 settembre 2020
    • Università degli studi di Perugia e Polo di Terni
  • La Villa dei Mosaici di Spello aperta no-stop fino a tutto settembre

    • dal 12 agosto al 30 settembre 2020
    • Villa dei Mosaici
  • "Passignano e il Trasimeno. Viaggio pittorico nel tempo che fu", la mostra artistica nella città lacustre

    • fino a domani
    • dal 29 agosto al 20 settembre 2020
    • Sala Consiliare
  • "Contaminazioni aliene" nell'Umbria contemporanea, a Palazzo Penna al via Art Monsters

    • dal 6 agosto al 11 ottobre 2020
    • Palazzo Penna
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PerugiaToday è in caricamento