menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evento eccezionale in Galleria: in mostra la scultura strappata alla furia del terremoto

Domani, giovedì 8 febbraio, ore 17:30, nella Sala Conferenze della Galleria Nazionale dell’Umbria, si terrà un evento che ha carattere di eccezionalità. Verrà infatti presentata un’opera sacra, recuperata grazie all’intervento del Fai come atto di solidarietà con le popolazioni terremotate.

Si tratta della “Madonna con il Bambino in grembo” tratta dalla Chiesa di S. Michele Arcangelo di Savelli di Norcia. La stupenda scultura lignea verrà temporaneamente ospitata in Galleria, seguendo una linea di costruzione di dialogo tra le collezioni stabili e opere di provenienza esterna. Questa tipologia di iniziative va infatti sotto il brand “Dialoghi”.

La statua testimonia l’appartenenza a una tipologia iconografica, molto diffusa - tra la fine del Quattrocento e i primi decenni del Cinquecento - in un’area geografica compresa tra l’Umbria, le Marche, il Lazio e l’Abruzzo. Dunque un manufatto che ha elementi interessanti, in quanto proviene da un territorio accomunato da caratteristiche morfologiche e antropologiche similari. Un territorio di frontiera che intende oggi reagire a condizioni naturali avverse, adoperandosi per contrastare le dure limitazioni legate al recente fenomeno sismico.

Il Fai Umbria ha promosso la raccolta fondi per finanziarne il restauro, coinvolgendo gli associati e i cittadini interessati alla tutela del patrimonio artistico e culturale comune. C’è peraltro da aggiungere che il restauro ha consentito di scoprire dettagli e maturare acquisizioni interessanti. Scoperte legate, per esempio, alla doratura e all’utilizzo di pigmenti preziosi che nel tempo si erano deteriorati. Un’iniziativa cui aderire, se si hanno a cuore le risorse culturali del nostro territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento