Le foibe e l'esodo istriano, il programma delle manifestazioni per il Giorno del Ricordo per non dimenticare

Perugia, Spoleto, Todi e Bastia Umbra organizzano mostre, convegni e momenti di riflessione

Vittime dell’odio etnico in quanto italiani, vittime dell’odio politico perché ritenuti (ingiustamente) tutti fascisti, vittime dell’odio sociale perché borghesi e nemici del popolo. Gli italiani di Istria, Fiume e Dalmazia sono state vittime degli eccidi delle foibe, costretti a divenire esuli e la loro storia ha subito l’oblio della storia. Il Giorno del Ricordo, istituito per legge, li risarcisce almeno sotto l’aspetto della dimenticanza. E finché ci saranno testimoni di quei giorni sul finire della seconda guerra mondiale, ogni occasione per ricordare è utile.

Il Comune di Perugia organizza per mercoledì 13 febbraio 2019, a Palazzo dei Priori, nella Sala dei Notari, un incontro per il Giorno del Ricordo. Il programma prevede i saluti alle 9.30 di Teresa Severini, assessore alla cultura, turismo e università, Leonardo Varasano, presidente del consiglio comunale, e a seguire gli interventi di Franco Papetti dell’associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Giovanni Stelli, presidente Società di Studi Fiumani, Raffaella Rinaldi del Comitato 10 febbraio e Konrad Eisenbichler, professore dell’Università di Toronto (Canada). Alle 11 la lettura scenica di “La foiba grande”, tratto dal romanzo di Carlo Sgorlon a cura dell’associazione Medem. Alle 12 inaugurazione della mostra “Istria, Fiume, Dalmazia, La storia, le foibe, l’esodo”, alla Rocca Paolina nella Sala della Cannoniera.

A Todi. Il 9 febbraio nei Palazzi Comunali si svolgerà “Dighe ai morti che no dimentichemo”, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Todi e la collaborazione del “Comitato 10 Febbraio”, la Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice organizza nella città umbra, un evento rivolto alla cittadinanza e in particolare agli studenti.

Intervengono Michele Pigliucci, docente di Geografia economica e politica nell’Università di Sassari e direttore della Fondazione, Raffaella Rinaldi, coordinatore “Comitato 10 Febbraio” Umbria. L’ex sindaco di Orvieto Toni Concina porterà la sua testimonianza di esule da Zara. L’attore Giuseppe Abramo curerà alcune “letture dall’esodo”. Introducono il sindaco di Todi Antonino Ruggiano e l’assessore alla Cultura Claudio Ranchicchio. Coordina Gianni Scipione Rossi, giornalista e storico, vicepresidente della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice e direttore del Centro Italiano di Studi Superiori per la Formazione e l’Aggiornamento in Giornalismo Radiotelevisivo.

Spoleto. In occasione del Giorno del Ricordo il Comune di Spoleto ha organizzato per domenica 10 febbraio due iniziative: una conferenza alla Biblioteca comunale “G. Carducci” e la proiezione alla Sala Frau del film Red land (Rosso d’Istria).

Il primo appuntamento è fissato per le ore 17 alla Biblioteca di Palazzo Mauri dove è in programma la conferenza dal titolo “dell’esodo giuliano-dalmata e delle foibe”. Previsti i contributi di Umberto de Augustinis (sindaco di Spoleto), di Marco Brunacci (già caporedattore del Messaggero Umbria) e di Franco Papetti (associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia).

Sempre domenica alle ore 21 alla Sala Frau proiezione del film Red Land (Rosso d’Istria) di Maximiliano Hernando Bruno con Selene Gandini, Franco Nero, Geraldine Chaplin, Sandra Ceccarelli, Romeo Grebensek. Il film narra la vicenda di Norma Cossetto, giovane studentessa istriana, laureanda all’Università di Padova, violentata e uccisa dai partigiani titini, per la sola colpa di essere Italiana.

A Bastia Umbra. Il Programma del Giorno del Ricordo, organizzato dal Comune di Bastia Umbra si svilupperà su tre date; le iniziative si svolgeranno sempre presso l’Auditorium S. Angelo di Piazza Umberto I:

Venerdì 8 febbraio - ore 10.00, un’ iniziativa dedicata a studenti e studentesse dell’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali dal titolo “Esodo, la memoria negata” (2004), un documentario di Nicolò Bongiorno. Seguirà incontro con Franco Papetti, Presidente dell’Ass. Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

Domenica 10 febbraio, ore 17.30, si ripeterà la proiezione del documentario di Nicolò Bongiorno “Esodo, la memoria negata” (2004), con apertura a tutta la Cittadinanza. Seguirà una presentazione del documentario e alcune riflessioni a cura di Sebastiano Giuffrida di Università Libera di Bastia Umbra.

Martedì 12 febbraio, dalle ore 09.00 alle ore 11.00, la proiezione del documentario sarà per gli studenti e le studentesse delle classi terze della Scuola Secondaria di 1° Grado “Colomba Antonietti”. La presentazione e alcune riflessioni sul tema saranno a cura di Raffaella Panella, testimone diretta del dramma degli esuli.

Dall’8 al 12 febbraio, in parallelo alle iniziative per il Giorno del Ricordo, in Biblioteca Comunale saranno esposti libri dedicati alla vicenda delle “Foibe”.

Potrebbe interessarti

  • Pancia gonfia, ecco le cause e i rimedi naturali

  • Spazzatura, come disinfettare i bidoni ed evitare il cattivo odore, specie d'estate

  • Asciugatrice, serve o no? Ecco come capirlo

  • Peperoncino, tutti i pro e i contro di una spezia molto amata da tanti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale, cade dalle scale e muore a 26 anni

  • Sostiene un esame a Medicina e precipita dalle scale dell'Ospedale: muore a soli 26 anni

  • Tragedia in centro storico, ragazza di 28 anni trovata morta

  • Tragedia all'ospedale, studentessa universitaria cade dalle scale e muore

  • Tragedia a Perugia, muore a 42 anni in piscina: inutili i soccorsi

  • Umbria, sparatoria in pieno centro a Terni: carabiniere ferito

Torna su
PerugiaToday è in caricamento